Barbara Lezzi, ministro per il Meridione, ospite a Lamezia di Agenda Sud 34

In Politica, Ultime notizie On
- Updated

LAMEZIA. Domenica prossima nella sede di Unioncamere Calabria in via delle Nazioni, si terrà il terzo appuntamento del viaggio che Agenda Sud 34, sta facendo insieme a meridionalisti, parlamentari, docenti universitari, lavoratori, disoccupati, studenti ed intellettuali

ovvero insieme a gente che ha deciso che dal prossimo settembre “la questione meridionale debba cominciare ad essere messa in soffitta una volta e per sempre” come spiega il giornalista e scrittore Pino Aprile, promotore dell’evento. Barbara Lezzi, ministro per il Meridione, ospite a Lamezia di Agenda Sud 34

Dopo la tavola rotonda alla Camera dei Deputati e l’evento in Basilicata al Parco della Grancia, i promotori della petizione sottoscritta da oltre 20 mila cittadini, si incontreranno in Calabria importante momento intermedio prima dell’incontro di settembre, sempre a Montecitorio, esteso ai parlamentari e ai senatori pronti a supportare Agenda Sud 34” Ospite di punta dell’incontro sarà Barbara Lezzi, ministro per il Sud del governo Conte che ha già espresso l’intenzione, pur mancando ancora i decreti attuativi e la definizione dei capitoli di spesa, di estendere anche ai trasporti la ripartizione dei fondi statali al 34% ovvero esattamente la quota spettante alle regioni del Mezzogiorno d’Italia in base alla densità di popolazione.

Nelle Regioni del Mezzogiorno, infatti, vive il 34,43% della popolazione italiana a cui va solo il 23% della spesa pubblica. Agenda Sud 34 è nata con l’obiettivo di ottenere l’equa ripartizione della spesa pubblica ordinaria al 34,43%, come da petizione 748 / 2015 dichiarata ammissibile il 17 marzo 2016 dal Parlamento Europeo.

Farà gli onori di casa il presidente della Camera di commercio di Crotone Alfio Pugliese e Klaus Algieri Presidente Confcommercio Calabria.

Aprirà i lavori Rosella Cerra, promotrice di Agenda Sud 34 ed estensore della petizione, cui seguiranno gli interventi tecnici di Pino Aprile, Giuseppe Soriero, componente del comitato di presidenza della Svimez, Amedeo Colacino, Sindaco di Motta Santa Lucia e promotore del Comitato ‘No Lombroso’, Gregorio Crudo, rappresentante degli studenti dell’Università della Calabria, Gianluca Callipo, presidente di Anci Calabria, Giancarlo Chiari, promotore di Agenda Sud 34 ed estensore della petizione, Klaus Algieri, presidente di Confcommercio Calabria ed Andrea Boffi, esperto di progettazione europea.

L’intervento conclusivo spetterà invece a Barbara Lezzi, ministro per il Sud della Repubblica italiana.

La moderazione sarà affidata al giornalista Luca Antonio Pepe.

Saranno presenti in sala: Filippo Callipo, Cavaliere del lavoro, presidente di ‘Callipo Group’, membro del Cda dell’Università della Calabria, già Presidente di Confindustria Calabria e nominato ‘Imprenditore dell’anno 2006’ da parte dell’Ernst & Young, una delegazione di MO-UM, il movimento meridionalista che presentò nel giugno 2015 la petizione alla commissione per le petizioni dell’Unione Europea.

Sono attesi oltre che i comitati, le associazioni ed i movimenti con a cuore le sorti del Sud come la citata Unione Mediterranea, Meridem, associazione culturale borbonica Terra di Lavoro, Marss (Movimento Associativo per la Revisione della Storia del Sud Italia), Comitato No Lombroso, associazione Briganti, Vento del Sud- Vento dei Briganti, oltre ai rappresentanti istituzionali di ogni ordine e grado pronti a sostenere la petizione.

Articoli Correlati

Cosenza, permanenza illegale di stranieri: arresti e perquisizioni

I carabinieri del Ros e del comando provinciale di Cosenza hanno eseguito un provvedimento cautelare, emesso dalla procura di Cosenza, nei confronti di 3

Read More...

Conflenti, Cardinale Sarah: “La Basilica consolida il legame con la Chiesa di Roma”

“Mi auguro che questa Basilica possa essere per chiunque verrà il simbolo di ciò che tutti noi siamo: il

Read More...
consigliere regionale gianluca gallo

Gallo: Lsu e lpu, in Calabria in 4.500 a rischio

Il capogruppo della Casa delle Libertà accusa: Smascherate le promesse elettorali del Pd, ora tocca al Governo (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu