Cucina tipica calabrese: le zeppole di San Giuseppe

In Giovedì Gnocchi, Ultime notizie On
- Updated

Le zeppole di San Giuseppe rappresentano un dolce tipico del 19 marzo, la festà del papà. Le zeppole sono una prelibatezza tipicamente meridionale. Secondo gli studiosi della tradizione gastronomica e pasticcera italiana, la prima ricetta scritta delle zeppole risale al 1837, nel trattato di cucina napoletana di Ippolito Cavalcanti.
Diverse sono le ipotesi sull’etimologia della parola zeppola: secondo alcuni deriva da serpula che in latino significa serpe e sarebbe dunque un chiaro riferimento alla forma del dolce che si richiude su se stesso.
L’altra ipotesi fa derivare il nome da da zeppa che è il pezzo di legno usato per correggere i difetti di misura nei mobili: in questo caso il riferimento sarebbe esplicito al mestiere di falegname di San Giuseppe a cui il dolce è dedicato.

Come preparare le zeppole di San Giuseppe

Ingredienti per l’impasto:

  • 300 g di farina
  • 8 uova
  • 60 g di lievito vanigliato
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di burro
  • un pizzico di sale
  • olio di semi per friggere

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 300 g di zucchero
  • 1 litro di latte
  • 10 tuorli di uovo
  • 150 g di farina
  • 100 g di panna
  • un limone

Ricetta zeppole di San Giuseppe

Procedimento:

Portare a ebollizione un po’ d’acqua salata col burro, versare la farina a pioggia e mescolare con un cucchiaio di legno. Cuocere fino a quando l’impasto non sarà diventato consistente e non si sarà staccato dalle pareti della pentola. A questo punto togliere la pentola dal fuoco e aggiungere una alla volta le uova, amalgamandole in maniera omogenea al composto. Aggiungere anche il lievito e lasciare lievitare per qualche minuto.

Inserire il composto in una sac à poche e disporre le zeppole su un foglio da carta forno. Friggerle in una padella con olio abbondante e bollente; terminata la frittura farle sgocciolare e tenerle da parte in attesa di farcirle con la crema. Chi non volesse optare per la frittura può anche utilizzare il forno ventilato disponendo le zeppole su una placca (foderata sempre da carta forno) e lasciandole cuocere per 25 minuti a 180°.

Per la crema pasticcera fare bollire il latte con la scorza di un limone. In una terrina a parte lavorare le uova con lo zucchero e poi versare la farina. Aggiungere poco alla volta il latte, mescolare e ripassare per qualche minuto sul fuoco finchè il composto non avrà raggiunto la sua giusta cremosità. Togliere dal fuoco, far raffreddare e farcire le zeppole di San Giuseppe con dei ciuffi di crema e con le classiche amarene che completano la guarnizione del dolce.
A completare l’opera una bella spolverata di zucchero a velo. Servire fredde.

Leggi qui tutte le nostre sfiziose ricette.

Giovedì gnocchi è la rubrica gastronomica aperta a tutti. Chiunque volesse proporre nuove ricette non esiti a contattarci all’indirizzo e-mail lameziatermeit@gmail.com o tramite i nostri canali social.

Redazione

Articoli Correlati

Inagibilità impianti, Conad Lamezia non iscrive squadra al campionato di A2

Inagibilità impianti, Conad Lamezia non iscrive squadra al campionato di A2

L’ennesimo rinvio, l’ennesimo nulla di fatto, l’ennesima dimostrazione di incompetenza e di superficialità, di menefreghismo e di incapacità amministrativa.

Read More...
Lamezia. Attività del Ser-D nelle scuole contro le dipendenze patologiche

Lamezia. Attività del Ser-D nelle scuole contro le dipendenze patologiche

Si è concluso il progetto “Scuole Amiche” messo a punto dal SerD di Lamezia Terme, per l'anno accademico 2017/2018,

Read More...
D'Ippolito (M5S) a Scura: "Blocchi gli atti che fermano il rilancio della sanità lametina

D’Ippolito (M5S) a Scura: Blocchi gli atti che fermano il rilancio della sanità lametina

Nota stampa del deputato M5s Giuseppe d'Ippolito sullo spostamento delle attrezzature ospedaliere a Soverato (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu