Calabria al voto. Ecco i risultati per ogni comune

In Politica On

Al voto il 12,1% dei comuni calabresi. Niente elezioni per San Luca, Platì e Strongoli.

LAMEZIA. Il risveglio odierno è stato particolarmente denso di novità per i 49 comuni calabresi nei quali ieri si sono svolte le lezioni comunali.

Nella provincia di Catanzaro i comuni interessati dalle consultazioni sono stati 12. A Cardinale è stato eletto il sindaco Danilo Staglianò della coalizione “Io partecipo”; a Curinga ha vinto la lista “Insieme possiamo” guidata dal neo sindaco Vincenzo Serrao; a Decollatura il nuovo primo cittadino è una donna, Angela Brigante, con la coalizione “Decollatura rinasci”; a Gasperina hanno eletto il sindaco Gregorio Gallello della lista “Insieme per Gasperina”; Guardavalle ha visto il trionfo di Giuseppe Ussia con la coalizione “Trasparenza Partecipazione”. Anche gli altri comuni catanzaresi hanno chiuso le consultazioni con risultati certi: a Magisano è stato eletto sindaco Fiore Tozzo della lista “Un Paese Nel Cuore”; Montauro ha votato per Roberto Franco di “Progetto Montauro”; a Nocera Terinese il nuovo sindaco è Massimo Pandolfo della coalizione “Unità Popolare Nocerese”; San Mango d’Aquino ha eletto Luca Marrelli di “Volare Verso il Futuro”; il nuovo sindaco di Santa Caterina dello Ionio è Francesco Severino de “Il Faro”; mentre a Satriano il neosindaco è Teodoro Aldo Battaglia      di “Alba per Satriano”; infine a Stalettì la vittoria è andata ad Alfonso Mercurio di “Liberamente”.

Passando poi alla provincia di Cosenza, ricordiamo che i comuni interessati sono 16. Tranne che per San Lucido dove lo scrutinio risulta ancora in corso, le altre consultazioni sono andate a buon fine. A Bonifati ha vinto Francesco Grosso                della lista “Bonifati Insieme”; il comune di Canna ha il nuovo sindaco nella persona di Paolo Stigliano della coalizione “Viva Canna Canna Viva”; Cariati ha eletto Filomena Greco de “L’Alternativa”; Casali del Manco vede la vittoria di Stanislao Martire con la lista “Futuro in Comune”; il comune Castrolibero elegge Giovanni Greco candidato con la lista “Rinascita Civica”; a Dipignano il nuovo sindaco è Giuseppe Nicoletti che si è presentato alle consultazioni con la lista “Dipignano Prima di Tutto”; il neoeletto a sindaco a Maierà è Giacomo De Marco di “Unione e Continuità”; a Malito la vittoria è andata a Francesco Mario De Rosa della coalizione “Malito 4.0”; mentre a Mandatoriccio ha vinto Dario Cornicello della lista “Legalità”; Marano Marchesato ha assistito all’elezione a sindaco di Eduardo Vivacqua dell alista “Insieme 2.0”; Paterno Calabro ha un sindaco donna con Lucia Papaianni di “Paterno al Centro”; Piane Crati ha eletto Michele Ambroggio di “Tradizione e Futuro”; poi San Martino di Finita con il nuovo sindaco Paolo Calabrese di “Uniti per Un Futuro”; Serra d’Aiello con una donna come primo cittadino, Giovanna Caruso, si “La Svolta 1.2”; e infine Terravecchia col neoeletto Mauro Santoro dei “Progressisti”.

Niente elezioni comunali per Corigliano Calabro, in quanto il comune è stato soppresso a causa di un processo di fusione die comuni.

Nella provincia di Reggio Calabria i comuni interessati dalle consultazioni sono stati 11, vediamo a quali risultati hanno condotto: a Candidoni il neosindaco è Vincenzo Cavallaro con la lista “Cavallaro Sindaco”; il comune di Condofuri ha eletto Tommaso Iaria con “Rilanciamo Condofuri”; poi a Cosoleto il nuovo sindaco è Antonino Gioffrè della lista “Alleanza Civica per i Valori”; a Fiumara ha vinto Vincenzo Pensabene con la coalizione “Fiumara Èwiva”; ancora, a Gioiosa Ionica il nuovo primo cittadino è Salvatore Fuda               di “Gioiosa Bene Comune”; a Locri la vittoria è andata a Giovanni Calabrese della lista “Tutti per Locri”; nel comune di San Pietro di Caridà il neoeletto alla prima carica è Sergio Rosano di “Noi con Voi”; San Procopioha votato in maggioranza per Giovanni Domenico Giunta de “Al Paese per il Paese”; poi a Santa Cristina d’Aspromonte è stato eletto Salvatore Papalia della coalizione “Insieme per S. Cristina d’Aspromonte”; Seminara dà la carica di sindaco a Carmelo Antonio Arfuso di “Tutti con Seminara”; e infine Serrata ha votato per Angelo D’Angelis di “Risveglio Popolare”.

A San Luca le elezioni sono state rinviate perché non è stata presentata nessuna lista, mentre a Platì sono state revocate.

Nella provincia di Vibo Valentia i comuni presso i quali si sono svolte le elezioni sono stati sei, di seguito i rispettivi esiti: a Dinami il nuovo sindaco è Gregorio Ciccone della lista “Le Ali della Libertà”; poi a Filandari ha vinto una donna, Concettina Rita Maria Fuduli, presentata a guida della lista “Con e per la Gente”; Gerocarne ha votato in maggioranza per Vitaliano Papillo di “Siamo Gerocarne”; anche a Mileto il nuovo sindaco è una donna, Rosa Mazzeo, presentata dalla coalizione , presentata dalla coalizione “Siamo Mileto”; a Parghelia è stato eletto Antonio Landro di “Parghelia Democratica”; e per concludere a Polia il nuovo primo cittadino è Domenico Amoroso di “Insieme SI Può”.

Nella provincia di Crotone hanno votato solo 4 comuni: Cerenzia con la vittoria di Giovanni Frontera della lista “Cerenzia Nel Cuore”; Petilia Policastro che ha eletto il nuovo sindaco nella persona di Amedeo Nicolazzi con la coalizione “#petilia Primaditutto”; Savelli dove ha vinto Domenico Frontera insieme alla lista “L’Alveare”; è l’ultimo comune Scandale ha eletto Antonio Barberio di “Adesso! Scandale”.

Com’è accaduto a Platì, anche a Strongoli le lezioni sono state revocate.

In totale, nella nostra regione è andato al voto il 12,1% dei comuni.

Redazione

 

 

Articoli Correlati

Camigliatello Silano (Cs): il 19 agosto la terza edizione di Silaepic

Camigliatello Silano (Cs): il 19 agosto la terza edizione di Silaepic

Un percorso spettacolare tra i sentieri della Sila sui quali si daranno battaglia tanti campioni della mountain bike (altro…)

Read More...
Castrovillari. Identificato il ladro morto dopo furto

Castrovillari. Identificato il ladro morto dopo furto

CASTROVILLARI (COSENZA) Ha un nome l'uomo trovato morto nella notte tra martedì e mercoledì nell'abitacolo di un'Audi 4 di

Read More...

Lamezia, liquami fognari nel giardino dell’ospedale: la denuncia del comitato Malati cronici

“Ospedale 'Giovanni Paolo II' di Lamezia Terme, il giardino del nosocomio anziché essere colorato di fiori è invaso dalla

Read More...

Mobile Sliding Menu