Calabria, duemila persone all’anno muoiono di morte improvvisa

In Sanità, Ultime notizie On

Duemila persone ogni anno in Calabria sono vittime di morta improvvisa. Molte di questi decessi potrebbero essere evitati effettuando una prevenzione primaria o secondaria. Di questo e dell’esperienza del Campus universitario di Germaneto sulla prevenzione della morte improvvisa aritmica si é parlato all’Hotel Palace di Catanzaro Lido con l’intervento dei rappresentanti delle associazioni dei pazienti e dei principali centri di Cardiologia della Calabria.
Al convegno ha portato la sua testimonianza un paziente sopravvissuto ad un arresto cardiaco.  “La prevenzione della morte cardiaca improvvisa – afferma il prof. Ciro Indolfi, Direttore della Cardiologia Universitaria e Presidente della Società Italiana di Cardiologia – è oggi, un campo della medicina in continua evoluzione, anche considerando la drammaticità della patologia che può colpire giovani e anche meno giovani senza alterazioni strutturali del cuore che ne potessero far prevedere un evento repentino ed infausto”.

Articoli Correlati

Pino D'Ippolito

D’Ippolito (M5S): i commissari riportino a norma di legge il corrispettivo al Mater Domini

Al contrario di quanto emerge da titolazioni suggestive di articoli giornalistici con il condizionale e senza virgolettati, sono sicuro

Read More...

Vacantiandu presenta “Il mare in montagna” del Laboratorio Rosarno ‘76

Venerdì 22 febbraio 2019, ore 20.45, al Teatro Comunale di Catanzaro nuovo appuntamento con la rassegna teatrale Vacantiandu, direzione

Read More...

Lamezia, progetto Ambi: il quartiere Bella pronto per il Carnevale

LAMEZIA. Il baratto sociale, avviato grazie al progetto Ambi continua l´azione sociale della Comunità Progetto Sud sul territorio di Lamezia Terme, nel quartiere

Read More...

Mobile Sliding Menu