CAMMINI DEL SUD – Nasce a Lamezia Terme la rete regionale di camminatori

In Attualità On
- Updated

Dodici associazioni operanti nell’ambito dei cammini in Calabria, riunite in assemblea presso il Parco Dossi-Comuni di Lamezia Terme, hanno dato vita a “Cammini del Sud Calabria“, un progetto che mira a coordinare, valorizzare e collegare le vie di mobilità lenta della Calabria a quelle del centro sud.  Si tratta di una rete aperta alle associazioni che, in questi anni, hanno tracciato   percorsi e incentivato il passaggio di pellegrini e camminatori lungo le più importanti tratte camminabili in Calabria.

“Crediamo che la storia, le sue trasformazioni, il paesaggio attuale e l’impegno sul territorio possano essere occasione e opportunità di crescita socio economica condivisa e responsabile”  si legge nel manifesto programmatico  dove si precisa  inoltre che fondamentale è il ruolo del cammino  utile a “esercitare,  innescare strategie di sviluppo sostenibile e aumentare la qualità della vita di ogni singolo individuo. Crediamo che promuovere i cammini significhi lavorare per una profonda e positiva trasformazione della Società civile perché camminare è atto concreto. Crediamo che il valore dell’accoglienza e dell’incontro metta il singolo a contatto con la comunità, scateni cambiamento, inneschi emozione. Crediamo che camminare, e camminare a Sud, abbia un valore sociale, una valenza politica, un impegno che è anche resistenza”.

Obiettivi principali della associazione  ‘Cammini del Sud Calabria’ sono la fruibilità , la valorizzazione e la promozione dei cammini nel centro sud che saranno delineati lungo il sistema delle vie consolari antiche, come  la Via ab Regio ad Capuam, la Via Francigena del Sud e le sue varianti, la “Via Herculea”, Via di S Paolo  il Cammino di San Tommaso in Abruzzo, i Regi Tratturi e la rete tratturale ad essi connessa come il Cammino sulle Orme dei Sanniti e il Tratturo Magno nel Molise, Abruzzo e Puglia, il Cammino dell’Angelo, il Cammino Materano, la Green Road in Puglia, il Cammino di Santu Jacu in Sardegna, il Cammino di Gioacchino, dei Valdesi in Calabria  e la rete delle Vie Francigene di Sicilia e dei cammini devozionali siciliani.

Si punta a favorire la connettività tra questi cammini al fine di creare una rete interamente percorribile a piedi, in bicicletta e possibilmente a cavallo senza interruzioni, in piena autonomia, sul modello dei cammini europei. Lungo questi tracciati  sarà sviluppato un modello di turismo responsabile, ecologicamente e socialmente sostenibile, in grado di evitare investimenti speculativi e di assicurare una ricaduta economica reale sul territorio, valorizzando le competenze e le professionalità locali e rafforzando la resilienza delle comunità locali attraversate dai percorsi.

Diverse le attività previste tra le quali  la realizzazione di progetti partecipati di strutturazione dei cammini stessi in collaborazione con gli organi amministrativi pubblici (Ministero, Regioni, Gal, Comuni), l’individuazione delle strutture ricettive e proposta di un tavolo aperto ai territori volto alla scrittura di una carta dei servizi di ospitalità dalla rete, in una logica di qualità e sostenibilità.

“Inoltre – si legge nel documento programmatico – vogliamo  accrescere e valorizzare i processi di conoscenza, scambio e collaborazione tra le diverse organizzazioni, secondo i principi di pluralismo, democraticità e solidarietà ai quali si ispirano; favorire il reciproco arricchimento di idee, proposte, esperienze al fine di sostenere sul territorio di pertinenza, valorizzando l’attitudine delle organizzazioni che ne fanno parte a sostenersi reciprocamente;  impegnarsi in un progetto comune di crescita morale, culturale, turistica, civile, sociale ed economica della comunità di cui fanno parte, impegnarsi anche nel proprio territorio, oltreché in Calabria, in Italia, in Europa e a livello mondiale, per il superamento delle condizioni di squilibrio tra i vari paesi Mondo, per rimuovere le condizioni di ingiustizia tra i popoli e per promuovere la fraternità e la pace. promuovere lo sviluppo di un nuovo sistema economico e finanziario, che si basi su principi di solidarietà, eticità, democraticità e trasparenza”.

                                                                   mt.co

Articoli Correlati

asd sporting center 3° Centro estivo Karate Calabria-LameziaTermeit

3° Centro estivo Karate Calabria 2018: ricco medagliere per gli atleti ASD Sporting Center

Si è appena concluso il 3° Centro estivo Karate Calabria 2018, che si è svolto dal 12 al 16

Read More...
Saladino (ex FI): ordinanza somministrazione bevande mette in difficoltà gli imprenditori

Saladino (ex FI): ordinanza somministrazione bevande mette in difficoltà gli imprenditori

Piove sul bagnato, no non è un riferimento alle condizioni meteo che hanno mostrato ancora una volta le criticità

Read More...
Francesco Estini al Berlino Hair Fashion-LameziaTermeit

Berlino Hair Fashion, presente anche l’acconciatore lametino Francesco Estini

La nuova Collezione Moda Capelli Autunno/Inverno 2018 Kemon scattata nella capitale tedesca alla presenza anche dell’acconciatore lametino Francesco Estini

Read More...

Mobile Sliding Menu