Studenti del Campanella alla riscoperta dei tesori del museo diocesano

In Scuola On
Studenti del Campanella alla riscoperta dei tesori del museo diocesano

Gli studenti del liceo Campanella alla scoperta dei tesori del Museo Diocesano per conoscere e diventare promotori del patrimonio culturale cittadino, un’opportunità professionale e un’occasione di rilancio per il territorio.

Sono questi gli obiettivi del progetto di alternanza scuola – lavoro “Che santo è: storia e iconografia rappresentanta dal Museo Diocesano” che ancora una volta ha visto la collaborazione tra il liceo Campanella di Lamezia Terme e il Museo della Diocesi lametina.

Studenti del Campanella alla riscoperta dei tesori del museo diocesanoQuindici studenti della III E dell’indirizzo scienze umane, guidati dalla docente Lucia Paola, hanno intrapreso un percorso formativo coordinato da Paolo Francesco Emanuele che li ha portati a conoscere le innumerevoli opere d’arte presenti nel museo diocesano, soffermandosi in particolare sulle vite dei Santi,  simboli e iconografie con cui nel corso dei secoli sono stati rappresentati nelle opere d’arte.

Dai simboli più conosciuti, come la spada nelle mani di S. Paolo o le chiavi in quelle di S. Pietro, alle iconografie più ricercate, per gli studenti del Campanella un full immersion nel mondo dell’arte e del sacro, un’occasione per attingere a un patrimonio di spiritualità e di ingegno creativo che ha fatto grande la nostra terra e il nostro Paese. Nel corso del progetto, anche due visite guidate, in Cattedrale e nella Chiesa di San Domenico.

E ora si passa alla fase operativa. Gli studenti, che alla luce del percorso seguito potranno  guidare i turisti nei musei cittadini, nei prossimi giorni insegneranno ai bambini del catechismo della parrocchia della Pietà a riconoscere le iconografie dei Santi attraverso i manga giapponesi, un metodo innovativo e divertente per avvicinare i più piccoli all’arte e alla storia del cristianesimo.

“Ottima la risposta da parte dei nostri studenti – ha dichiarato la docente responsabile Lucia Paola – già nei vari musei che stanno visitando nei viaggi d’istruzione, in Italia e in altri Paesi, si stanno appassionando a riconoscere le simbologie artistiche dei vari Santi e a mettere in pratica le conoscenze acquisite in questo progetto che da un lato fa guardare alla storia dell’arte e della fede e al tempo stesso incontra il presente e le possibilità future dei nostri ragazzi”.

Soddisfazione dal dirigente Giovanni Martello per il quale “la nostra scuola, grazie alla collaborazione con la Diocesi e il Museo diocesano, anche attraverso questo progetto dimostra che è possibile fare una buona alternanza, che porta i nostri ragazzi a riscoprire e valorizzare il patrimonio culturale cittadino e a coglierne le opportunità per i loro percorsi formativi e professionali futuri. Come sarebbe bello per la nostra città se fossero proprio i nostri giovani a guidare i turisti a scoprire le ricchezze del nostro territorio”.

 

Articoli Correlati

Trame.8. I bambini raccontano la ‘ndrangheta con libertà e creatività

L’altra metà di Yusuf curato da Fabio Truzzolillo che ne ha discusso con Daniela Valente (Coccole Books), Maria Teresa

Read More...
I commercialisti vincono il quadrangolare benefico Un goal a favore degli indifesi

I commercialisti vincono il quadrangolare benefico Un goal a favore degli indifesi

La squadra degli commercialisti ha conquistato il gradino più alto del podio al quadrangolare Un goal a favore degli

Read More...
Curinga. Al via il 4° Slalom curinghese 7 e 8 luglio

Curinga. Al via il 4° Slalom curinghese il 7 e 8 luglio

Già in moto da diverse settimane la macchina organizzativa del 4° Slalom curinghese, previsto i prossimi 7 e 8

Read More...

Mobile Sliding Menu