Candidoni (RC). Era sfuggito ad arresto, preso ricercato

In Cronaca On
Piantine di canapa indiana

E’ accusato di coltivazione di droga

CANDIDONI (REGGIO CALABRIA) Era ricercato da venerdì scorso quanto era sfuggito all’esecuzione di un’ordinanza di arresto per coltivazione di droga.

Biagio Arena, di 36 anni, di Rosarno, è stato rintracciato dai carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa nei suoi confronti dal Gip del Tribunale di Palmi su richiesta della Procura palmese nell’ambito dell’operazione denominata “We Are Family”.

Il 36enne è figlio Domenico Arena, di 64 anni, ritenuto esponente di spicco della cosca Pesce di Rosarno.

I militari, nel prosieguo delle indagini, hanno individuato uno stabile a Candidoni, come possibile rifugio di Arena e sono intervenuti.

Arena, alla vista dei carabinieri, ha tentato di darsi alla fuga attraverso una tettoia, ma è stato bloccato. Nel corso di una perquisizione eseguita all’interno del rifugio sono stati trovati oltre 1500 euro e generi di conforto.

Articoli Correlati

L’Università Mediterranea di Reggio Calabria apre nuovi corsi di alta formazione

Il direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane, prof. Massimiliano Ferrara; il direttore scientifico dei master, prof.

Read More...

Conad Lamezia: al giro di boa mancano tre gare

Il turno di riposo osservato nello scorso weekend è passato indenne per la Conad Lamezia. Le dirette concorrenti hanno

Read More...

Aggressione poliziotti, parla Manlio Caruso presidente di Fondazione Astrea

Sicurezza. Manlio Caruso, Fondazione Astrea, su aggressione poliziotti: “Gravissimo episodio, occorre incentivare il lavoro delle forze di polizia”. CATANZARO. “L’aggressione

Read More...

Mobile Sliding Menu