Caruso: Convocata Commissione pari opportunità su fenomeno prostituzione

In Politica On
- Updated
commissione pari opportunità-LameziaTermeit

La Commissione pari opportunità si è riunita per discutere sul fenomeno prostituzione

commissione pari opportunità-LameziaTermeitComunicato stampa:

LAMEZIA TERME – Ieri 21 settembre si è riunita la “Commissione per le pari opportunità” presso il comune di Lamezia Terme, per discutere sul problema della prostituzione.

La commissione è stata riunita dal presidente Carolina Caruso che ha invitato il comandante dei vigili urbani Zucco per trattare l’increscioso fenomeno della prostituzione.

La Camera dei deputati ha approvato il Decreto Minniti sulla sicurezza urbana ruota intorno alla “sicurezza integrata” come insieme degli interventi assicurati dallo stato e dagli enti territoriali al fine di concorrere alla promozione e attuazione di un sistema unitario e integrato alle finalità del benessere delle comunità territoriali. La cooperazione è fondamentale per garantire maggiore sicurezza, di vivibilità del territorio.

La sicurezza urbana è un bene pubblico da tutelare, attraverso attività poste a difesa del territorio, rispettando norme che regolano la vita civile,per migliorare la vita nei centri urbani. Lo Stato si deve soffermare sulla riqualificazione sociale, culturale e urbanistica, attraverso la promozione della cultura della legalità, come segnale forte contro la violenza di ogni genere.

La presidente Carolina Caruso ha invitato il comandante Zucco per fare il punto della situazione del comune di Lamezia.

Zucco ha sottolineato l’esistenza di un canale di prostitute Nigeriane e di uno Bulgaro. Il fenomeno è stato spesso contrastato da interventi delle forze dell’ordine, ma dato il continuo migrare verso il nostro comune di etnie diverse, purtroppo vi è un ricambio di queste donne che si prostituiscono.

Ha aggiunto il comandante che le donne nigeriane provengono da Catanzaro Lido, si prostituiscono per strada e spesso ripartono per Catanzaro. Le donne bulgare provengono da Pizzo Calabro e anche loro non sostano nel territorio.

La presidente Caruso ha sottolineato un intervento necessario anche dal punto di vista amministrativo date le nuove norme dettate dal Decreto Minniti.

La Caruso ha ringraziato Letizia Rocca che auspica in un intervento comunale in collaborazione con le associazioni competenti, quali l’associazione Mago Merlino sempre presente nel territorio. Un sentito apprezzamento è andato alla collega Katia Nero per il minuto di silenzio tenuto in memoria delle vittime di femminicidi.

È stato introdotto anche il fenomeno delle case chiuse presenti nel territorio, che spesso sono camuffate sotto la copertura di apertura di attività come centri estetici.

Oggi si auspica che vi sia un controllo maggiore del territorio, che si metta fine all’omertà, che i sindaci abbiano più potere in materia di sicurezza, che vi sia la possibilità di arresto immediato in flagranza di reato. Auspichiamo nella sicurezza promossa da tutti come bene pubblico relativo al decoro di una società civile.

La sicurezza è l’unica strada percorribile in collaborazione con le istituzioni, per migliorare la qualità della vita, per rendere sicure le nostre piazze per la dignità di noi cittadini.

Articoli Correlati

Gizzeria Lido: sanzioni dei carabinieri a titolari attività

Cosenza. Furti d’auto, eseguiti 18 provvedimenti

Operazione dei carabinieri di Cosenza, coinvolti minorenni (altro…)

Read More...

La Vigor Lamezia 1919 ufficializza il portiere Galeano

La Società Vigor Lamezia Calcio 1919 annuncia il tesseramento del portiere Antonio Galeano (Montepaone, 27/07/89). (altro…)

Read More...
Conad Lamezia, Nacci: convinto che avremmo portato a casa il risultato

Top Volley Lamezia: rescisso il contratto con Vincenzo Nacci

La Conad Lamezia comunica di aver raggiunto un accordo per la rescissione consensuale del contratto che legava la società

Read More...

Mobile Sliding Menu