Casa Surace al Lamezia Film Fest

In Attualità On
- Updated
casa surace al lamezia film fest

Casa Surace ospite della quinta edizione del Lamezia Film Fest

Non sono youtubers, ma una factory e una casa di produzione nata nel 2015 da un gruppo di amici che si ritrovavano sempre a casa di Surace.

Hanno iniziato così, un po’ per caso, a girare video ma il loro successo è stato tale che hanno deciso di strutturarsi e iniziare a veicolare, in chiave comica, i valori del Sud. E da qua è nata Casa Surace, ad oggi uno dei punti di riferimento del mondo del web, che ieri sera sono stati ospiti della 5a edizione del Lamezia Film Fest.

Nell’incontro con il pubblico, moderato dal direttore artistico GianLorenzo Franzì, si sono raccontati, mettendo in scena alcuni dei loro tanti sketch che li hanno resi così popolari sulla rete.

Ma dietro ai video di Casa Surace c’è un lavoro minuzioso di scrittura e realizzazione. “La parte autoriale, di scrittura, è fondamentale nel nostro lavoro” hanno spiegato i ragazzi ma, nonostante questo, lasciano sempre “molto spazio all’improvvisazione”. E, forse, questo è proprio uno dei loro punti di forza perché riescono a trasmettere “spontaneità e immediatezza”. Che poi sono anche le parole chiave per avere successo sul web.

“Il cinema e la rete hanno dei linguaggi completamente diversi. Pensare di utilizzare gli stessi codici per entrambi è una follia” hanno spiegato i ragazzi per poi affrontare il tema delle opportunità che offrono oggi le nuove piattaforme – tematica che è stata al centro di LFF5.

“Il nostro paese è sempre stato un po’ restio a certe forme di progresso, ma noi crediamo che ci si dovrebbe aprire di più alle tantissime opportunità che ci offrono oggi le piattaforme digitali”. Non sappiamo se li vedremo anche sul grande schermo ma “se decideremo di fare cinema, sicuramente faremo in modo di uscire il mercoledì nelle sale, quando il biglietto costa 3,50 euro”, hanno ironizzato i ragazzi. Una cosa è certa, li vedremo presto alle prese con l’imminente uscita del libro Quest’anno non scendo, un romanzo che racconta il vero e proprio “dramma” degli studenti fuori sede che devono dire alle loro famiglie che non scenderanno a Natale – la storia prende spunto da un reale esperimento sociale fatto dai ragazzi per realizzare un loro video e sarà disponibile a partire dal prossimo 27 novembre.

Durante la serata di ieri si è svolta anche la premiazione dei cortometraggi. La Giuria ufficiale del Lamezia Film Fest, composta dai curatori del Concorso Internazionale ha assegnato i premi:
Miglior Cortometraggio a Peggie di Rosario Capozzolo;
Miglior Attrice ex equo Valeria Bilello per A mezzanotte e Alicia Sanchez per Funky Lola;
Miglior Videoclip a Frank di Filippo Piramo;
Miglior Corto Calabria a Bussano di Mauro Nigro;
Miglior Regia a Calamity di Maxime Feyers;
Miglior Fotografia a Andrés Arce Maldonado per Lea;
Premio Speciale ad Alessandro Cosentini.

La Giuria Popolare composta dall’associazione culturale UNA, invece, ha assegnato il Premio come Miglior Cortometraggio a Peggie di Rosario Capozzolo.

Articoli Correlati

Piccioni: Color, Lameziacomics e tanto altro…bloccati o espatriati. E’ il momento di dire basta

Liste Piccioni: no ad affissioni abusive e “guerre dei manifesti”

La campagna elettorale appena iniziata dovrà essere contraddistinta dal più rigoroso rispetto delle regole e da una forte connotazione

Read More...
Lamezia. Ruggero Pegna incontra i candidati di Forza Italia

Lamezia. Ruggero Pegna incontra i candidati di Forza Italia

Il primo degli incontri tra Ruggero Pegna, candidato a sindaco di Lamezia Terme da tre dei principali partiti del

Read More...
Lamezia. Presentato Vacant Lab, progetto di Accademia Teatrale nelle scuole

Lamezia. Presentato Vacant Lab, progetto di Accademia Teatrale nelle scuole

VACANT LAB è l'Accademia Teatrale Permenente che la compagnia I Vacantusi in collaborazione con la compagnia Teatrop realizzerà al

Read More...

Mobile Sliding Menu