Catanzaro, Cooperativa Eureka: progetto contro il Cyberbullismo

In Attualità On
- Updated

Ecco come fare per aiutare ad ottenere i fondi per questo importante obiettivo.

L’avvento dei social ha stabilito un confine molto labile tra vita online e offline dei giovanissimi: troppo spesso accade che il danneggiamento dell’immagine virtuale della persona coincida con l’annullamento di quella “reale”.

Il Progetto RE.TE. – Realtà alTErnative, proposto dalla Cooperativa Eureka di Catanzaro, vuole fornire agli adulti quelle “chiavi” per entrare in un mondo che non può e non deve sfuggire al loro controllo, tramite la formazione di genitori ed insegnanti, e fornire un sostegno reale agli adolescenti laddove spesso il cyber-bullismo ha origine: la scuola.

Questi i principali obiettivi del Progetto, che necessita dell’aiuto di tutti per poter essere realizzato: come fare?

Il Progetto è presente sulla piattaforma online Aviva Community Found, creata appositamente per dare ai cittadini la possibilità di sostenere attivamente progetti di utilità sociale: cliccando sul link  https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/schedaprogetto/16-606 , sarà possibile registrarsi e donare 10 voti.

La rete pone le stesse insidie della strada: aiutaci a promuovere stili di vita e condotte responsabili!

La Cooperativa Eureka contro il cyber-bullismo

Articoli Correlati

Maturità 2019. Polizia e skuola.net contro fake news e bufale

Maturità 2019. Polizia e skuola.net contro fake news e bufale

Al via la campagna di sensibilizzazione rivolta ai maturandi contro “fake news, bufale e leggende metropolitane”: secondo una ricerca

Read More...
Vincenzo Cutrì

Lamezia, Cutrì: Inaccettabile che non sia partita la raccolta differenziata a Fronti

Per Fronti l’avvio del sistema di raccolta differenziata sembra una chimera (altro…)

Read More...
Lamezia Maltrattata: di quale sicurezza parlano i Commissari?

Lamezia Maltrattata: di quale sicurezza parlano i Commissari?

Qual'è lo stato dei trasporti a Lamezia Terme? Quando i commissari inviati al Comune per ristabilire la legalità parlano

Read More...

Mobile Sliding Menu