Catanzaro. Gettata a terra scultura la “Donna” di Nuccio Loreti

In Cronaca, Ultime notizie On
Catanzaro. Gettata a terra scultura la "Donna" di Nuccio Loreti
container Lamezia Terme

L’opera è stata rovesciata. Vicesindaco: atto vergognoso

CATANZARO. I danni, per fortuna, sono lievi, ma resta la gravità di un gesto, gratuito e stupido, commesso da vandali senza scrupoli.

Ignoti, la notte di lunedì 9 settembre, a Catanzaro, hanno gettato a terra la scultura in ferro battuto “Donna” di Nuccio Loreti esposta nel quartiere “Bellavista”, nell’ambito della rassegna “Arte e città”.

“Promocatanzaro”, l’azienda speciale della Camera di Commercio che ha promosso l’iniziativa d’intesa con il Comune, ha presentato una denuncia in Questura.

“Qualificare quanto è accaduto come una bravata – ha detto il vicesindaco e assessore alla Cultura, Ivan Cardamone – mi sembra inopportuno. Si tratta, piuttosto, di un atto vergognoso i cui responsabili dovrebbero semplicemente chiedere scusa alla città. Stiamo acquisendo le immagini della videosorveglianza per identificare il responsabile”.

Nuccio Loreti, da parte sua, si è detto “dispiaciuto per quanto accaduto. Spero che i responsabili – ha aggiunto – siano identificati e puniti per il gesto che hanno commesso”.

Articoli Correlati

Furgiuele (Lega): Gli hotspot di Corigliano e Crotone non si faranno

Regionali. Furgiuele (Lega) su Raso: vittoria di un lametino che metterà al centro la sua città

Terminato lo spoglio, arriva il plauso del deputato Furgiuele circa i risultati ottenuti e l'elezione di Pietro Raso (altro…)

Read More...
Pippo Callipo

Pippo Callipo: faremo opposizione seria e costruttiva

Il candidato alla presidenza della Regione per il centrosinistra Pippo Callipo in un post sulla propria pagina social analizza

Read More...
Parentela (M5S): Pappaterra, presidente Parco Pollino, deve essere rimosso dall'incarico

Regionali. Parentela (M5S): sconfitta cocente, ci assumiamo la responsabilità

L’alleanza civica del Movimento 5 Stelle si è fermata al di sotto dello sbarramento dell’8% e perciò non siamo

Read More...

Mobile Sliding Menu