Coldiretti Calabria: serve nuovo credito e la ristrutturazione finanziaria delle aziende

In Attualità, Ultime notizie On

Il momento storico è decisivo per gli investimenti produttivi. Adesso, o mai più è il caso di dire, occorre intensificare e migliorare il rapporto con le banche per portare a termine gli investimenti del PSR in agricoltura”.

Coldiretti va diritta al punto: “servono a poco – aggiunge – solo i decreti di cofinanziamento della Regione senza adeguate, affidabili e coerenti politiche di accesso al credito, in particolare in Calabria dove in questo momento il problema non è la domanda, ma l’offerta di credito”. Il punto da cui partire – approfondisce Coldiretti –  è ‘l’impatto che la crisi globale ha prodotto sulla già difficile e strutturale situazione sociale ed economica. I gravi squilibri di ordine strutturale, in assenza di mirati interventi che portano sul mercato del lavoro i più giovani, per Coldiretti, sono destinati ad acuirsi a causa della sovrapposizione con un altro fenomeno strutturale: le difficoltà di accesso al credito e l’indebitamento delle aziende agricole a causa dei troppi e ripetuti danni che agricoltura e agroalimentare hanno subito per calamità naturali peraltro non adeguatamente indennizzate. A questo si aggiungono la poca remunerazione sul mercato in particolare in alcune filiere come l’ortofrutta e la zootecnia.

“Un effetto valanga sul sistema – sottolinea Molinaro presidente di Coldiretti Calabria –  al quale si è unito purtroppo per molte aziende, lo stress finanziario relativo alle difficoltà amministrative nell’applicazione della L.R. 10/2004 (Interventi a sostegno degli agricoltori calabresi) che di fatto, come un boomerang, ha scaricato ulteriori risultati negativi sulle aziende agricole e incrinato i rapporti con gli Istituti di Credito compromettendo le valutazioni sul merito creditizio”. Coldiretti chiede alla Regione di recuperare il tempo perso, pena la compromissione e la non realizzazione degli investimenti e la competitività del nostro agroalimentare, chiamando ad un confronto l’ABI Calabria, L’obiettivo dichiarato  e il mandato per Coldiretti è chiaro: attivare nuovo credito utilizzando anche gli strumenti previsti dalla L.R. 30/2012 e i 10milioni di euro programmati con il PSR 2014-2020 nonché l’esigenza di facilitare e sostenere la ristrutturazione finanziaria delle aziende agricole. Mettendo contestualmente la parola fine alla tragicomica situazione dei mutui contratti dagli agricoltori, con la L.R. 10/2004, irrisolti dal 2015 con evidente difficoltà per gli agricoltori e delle Banche”.

 

 

Articoli Correlati

lido mare

Crotone. Controlli e sanzioni della Polizia in hotel e stabilimenti balneari

Nella mattinata di mercoledì 17 luglio u.s., personale della Divisione P.A.S.I. - Squadra Amministrativa, unitamente a personale dell’U.P.G.S.P. -

Read More...
Il “patrimonio demografico” di ieri oggi e domani in Italia

Il “patrimonio demografico” di ieri oggi e domani in Italia

Riceviamo e pubblichiamo uno studio fatto dalla dottoressa Roberta Saladino sul cambiamento demografico in Italia, con particolare attenzione per

Read More...
Rotaract Club del Reventino

Oggi 21 luglio esordio del Rotaract Club del Reventino

Costituito da poche settimane, il Rotaract Club del Reventino è pronto a esordire con la sua prima attività di

Read More...

Mobile Sliding Menu