LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Come creare un gioco di carte: la guida completa

4 min read
carte da gioco

Quante volte abbiamo sentito parlare dei giochi di carte?

Fino a qualche anno fa l’associazione poteva essere fatta solo con le tipiche attrazioni da casinò americani come poker e blackjack, ma verso la fine del secondo millennio la situazione è radicalmente cambiata e il concetto stesso di gioco di carte si è trasformato. Se si clicca qui, su un portale che raggruppa i più comuni giochi online, si evince che la fama delle carte sia legata per molti proprio al poker e ad altri giochi da tavolo. Al giorno d’oggi, però, spopolano, ad esempio, i giochi di carte collezionabili e, in generale, le carte godono di una loro trasposizione virtuale, che permette di divertirsi online senza dover maneggiare fisicamente dei mazzi veri e propri.

Come creare un gioco di carte collezionabili

Pokémon, Magic, Yu-Gi-Oh: spesso le edicole e i negozi di giocattoli sono pieni zeppi di gadget relativi alle serie che hanno dato vita ai più famosi giochi di carte collezionabili. L’idea alla base è tutt’altro che complessa ed è piuttosto valida. Per capire come creare un gioco di carte collezionabili bisogna fare leva su pochi dettagli, che però devono essere il più possibile particolareggiati. Si pensi ad esempio alle statistiche d’attacco di una carta, che infliggendo un danno a quella di un avversario per sottrarre dei punti non può presentare dei valori esagerati rispetto al resto dei parametri del gioco. Di norma, un gioco di carte collezionabili presenta anche una trama o, comunque, un background di fondo: esistono anche giochi sullo sport, ma il più delle volte regnano le opere di fantasia come gli anime giapponesi. Una volta stabilita l’ambientazione, il resto viene quasi automatico. Se si parla di mostriciattoli tascabili che possono sparare fuoco o fulmini dal proprio corpo, tutto è consentito. Anche far evolvere un personaggio per renderlo più potente e dotarlo di statistiche superiori. Le regole devono basarsi sul tema del gioco e non deve mai essere il contrario. Chiarito il punto focale del gioco, si può procedere con la creazione di un set di carte, che di norma sono suddivise in categorie: i giochi di carte collezionabili sono anche giochi di strategia, pertanto occorrono pure carte che fungano da supporto a quelle dei personaggi principali e arricchiscano la varietà del gioco. Di fatto, alla base ci sono sempre delle lotte. Le carte dei personaggi sono contrassegnate da un numero di punti vita che può essere ridotto con gli attacchi descritti sulle carte degli avversari. Le regole non devono essere né troppe né troppe poche, ogni tipologia di personaggio deve possedere vantaggi e svantaggi. Il numero totale di carte che compongono un set, invece, è costantemente variabile. Negli ultimi anni i giochi di carte collezionabili si sono trasferiti anche online con versioni digitali e un mercato consolidato. Le grandi aziende produttrici di carte procedono periodicamente ad espansioni alimentando anche il lato collezionistico. A non cambiare mai è il retro delle carte, in modo tale che anche quelle nuove possano essere giocate tranquillamente in mazzi che contengano esemplari di espansioni usciti diversi anni prima. Quella di assegnare un nome al gioco è l’ultima operazione. Prima sarebbe bene assicurarsi di poter contare su qualcuno abile nel disegno. Con qualche mezzo di fortuna, è possibile realizzare un vero e proprio gioco di carte fatto in casa.

Come creare un gioco di carte online

Se si riesce a dare vita a un gioco di carte dai tratti professionali, con tanto di tabellone, si può anche provare a stampare un manuale di istruzioni e iniziare a pensare in grande. Esistono infatti dei siti web che spiegano non solo come creare un gioco di carte online, ma anche come avviarne la produzione su grande scala per vendere il proprio lavoro in pubblico. I progetti iniziali di questo tipo partono da una cinquantina di carte per set. Considerando l’elevato numero di giochi esistenti, bisogna fare però attenzione a risultare originali, sebbene la probabilità di ritrovarsi con qualche tratto in comune con titoli già noti sia elevata. Il motivo è semplice: i giochi di carte vengono brevettati e coperti da copyright, quindi realizzarne anche inconsapevolmente una copia può portare a conseguenze legali.

Come creare un gioco di carte per pc

In un’era in cui sempre più amatori sono soliti caricare i propri progetti sugli store digitali, così da metterli subito a disposizione dell’utenza, non sorprende che esistano programmi appositi che istruiscono i meno esperti su come creare un gioco di carte per pc. Non mancano soluzioni nocode per i meno avvezzi all’informatica, ma per ottenere risultati più soddisfacenti è necessaria una conoscenza dei linguaggi di programmazione C#, XML, Swift e Objective-C, a seconda del dispositivo al quale si vuole destinare l’utilizzo del gioco.

Click to Hide Advanced Floating Content