LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Comitato IdeaScuola: “Subito interventi per riapertura istituti in sicurezza”

2 min read

Il Comitato Nazionale IdeaScuola, composto da genitori e docenti supportati da esponenti del mondo accademico e medico, chiede formalmente al Governo e alle Istituzioni tutte di essere chiari e confermare in maniera univoca gli investimenti promessi in ambito di sicurezza scolastica

Comunicato Stampa

Ci lascia oltremodo interdetti la decisione che verrà presa nella giornata odierna, e di cui sono trapelate le prime notizie sulla stampa, di voler imporre la riapertura delle scuole del primo ciclo fino alla 1 media anche in zona rossa, fino alla 3 media in zona arancione, andando contro tutte le evidenze di incremento dei contagi proprio nella popolazione in età scolastica; addirittura privando i Presidenti di Regione della discrezionalità di poter distinguere e adottare tra i territori le misure più adeguate.

E tutto questo senza che ci sia stata praticamente nessuna modifica del protocollo di sicurezza: a partire dal 7 aprile le famiglie si troveranno quindi costrette a scegliere tra rischio salute e perdita di giorni di scuola.

Non rileviamo infatti l’attuazione di nuove misure di sicurezza anche inottemperanza alle nuove indicazioni ISS-Inail (Rapporto ISS Covid-19 n.4_2021) in merito al distanziamento, indicazioni che prevedono l’incremento a 2 metri nelle occasioni in cui non è possibile mantenere le mascherine, come in occasione di consumo di cibo e bevande, in risposta alla maggiore contagiosità della cosiddetta “variante inglese”.

Il protocollo invece di fatto è stato aggiornato per la ripresa dei concorsi scolastici: “Le nuove regole prevedono lo svolgimento su base regionale e provinciale, evitando lo spostamento dei candidati da una regione all’altra. Richiesto per l’accesso l’esito negativo di un tampone effettuato 48 ore prima e l’obbligo di indossare mascherine Ffp2.

All’interno della sede concorsuale ogni candidato avrà a disposizione 4,5 metri quadri e tra ognuno dovrà esserci una distanza di 2,25 metri”. (https://www.orizzontescuola.it/concorsi-pubblici-2021-si-sbloccano-125mila-posti-da-assegnare-per-la-scuola-oltre-60mila/)

I numeri d’altra parte sono chiari, non serve una complessa analisi statistica per affermare che:

    1. L’incremento medio dei contagi come da report ISS al 1 settembre 2020 e al 24 marzo 2021 per la fascia 0-9 (4.680% ) e 10-9 (4.038%) anni è
      > 10 volte superiore all’incremento medio delle fasce di età più a rischio (over 70)
      > 3-4 volte superiore all’incremento medio del resto della popolazione
    2. L’incremento % della media mensile contagi della prima parte dell’anno scolastico (report ISS 1 /09 -29/12) verso la seconda parte dell’anno (report 29/12 – 24/03) è del +52% nella fascia di età 0-9 anni (+15% 10-19 anni); mentre resta sostanzialmente stabile nel resto della popolazione, a conferma della maggiore contagiosità della cosiddetta “variante inglese” anche tra i più piccoli, che di fatto hanno sempre frequentato in presenza.