LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Conte: misure di rilancio e sostegno alle imprese, pronti 55 miliardi

2 min read
giuseppe conte

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha rilasciato pochi minuti fa, sulla propria pagina Facebook, una conferenza stampa sul decreto Rilancio

“Vi posso assicurare che ogni ora di lavoro pesava perché sapevamo di dover intervenire quanto prima. Abbiamo impiegato un po’ di tempo ma posso assicurarvi che non abbiamo impiegato un minuto di più di quello strettamente necessario per un testo cosi complesso”.

“Il decreto Rilancio arriverà in Parlamento. Con le forze di maggioranza ma spero anche con l’opposizione mi auguro che il decreto possa essere migliorato” ha aggiunto il premier Giuseppe Conte.

La situazione del Paese è complessa ed allarmante, una fotografia dolorosa del paese che ci ha spinto a mettercela tutta per sostenere adeguatamente tutti.

“Nel decreto, ha spiegato il premier, sono previsti “aiuti economici soprattutto a chi non ha ricevuto nulla, perchè “dobbiamo fare in modo che arrivino in maniera rapida, semplice e veloce. Abbiamo pagato l’85 per cento della cassa ordinaria e quasi l’80 per cento del bonus per gli autonomi. In totale erogato misure per 4,6 mln di lavoratori”.
Il provvedimento prevede quindi che per gli autonomi professionisti iscritti alle gestioni separate Inps arriveranno 600 euro subito, che saranno dati a chi ne ha già beneficiato. Verrà poi erogato un ristoro aggiuntivo sino a 1000€.

Per le imprese, specie medie e piccole, c’è un aiuto concreto, anche a fondo perduto. Taglio delle tasse per 4 miliardi.

Prorogato il bonus baby sitter che potrà essere usato anche per pagare centro estivi e verrà raddoppiato per chi ancora non ne ha beneficiato. Estesi anche i congedi parentali.

Attenzione al mondo dell’edilizia, numerosi i bonus per rendere le case degli italiani più green. Non si spenderà un centesimo per queste opere.

Soldi sulla sanità e sulla scuola. Ci assicureremo massima attenzione alla ripartenza in sicurezza e allo svolgimento degli esami di maturità. Stabilizziamo il corpo docente: 16.000 assunzioni pronte.

Aiuti economici anche al mondo universitario ed alla ricerca: è un importante investimento sul futuro, con 4000 ricercatori in più.

Svariate le iniziative di promozione e rilancio per le imprese turistiche. Diciamo stop, grazie all’ANCI, alla tassa di occupazione del suolo pubblico per le attività di bar e ristorazione.

Indennità di 600€ per chi lavora nel mondo dello spettacolo, anche per i precedenti mesi. Numerosi gli interventi sulla cultura ed il mondo dell’arte.