LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Continuano le avventure di Fumina e Svelto alla scoperta di Pizzo Calabro

1 min read

Fumìna e Svelto alla scoperta di Pizzo Calabro

Fumìna e Svelto han deciso di visitare un castello,

niente di più misterioso e bello.

Ma come fare per poterlo visitare?

Ecco in soccorso il loro amico, Dario assume un tono accademico.

Vi guiderò al Castello di Pizzo, da Tropea è qui vicino,

anche noto come Castello Murat, in ricordo dello stesso Gioacchino.

Quest’ultimo vi fu imprigionato, e poi fucilato.

Svelto comincia a tremare, un fantasma ha paura di incontrare.

Sono giunti all’ingresso del maniero, al cui interno sono custodite grandi opere davvero!

Vi si trova anche un frammento: una scultura di Canova, grande maestro eletto.

Ma eccoli vicini alla cella del re Gioacchino, si sentono voci e rumori di catene: che spavento!

Svelto è uscito in volo abbaiando, e anche Fumìna si è dileguata in un secondo.

Il Castello è molto bello, ma che spavento. Per riprendersi, al bar si sono accomodati.

Gli è stato servito il Tartufo di Pizzo, il gelato, che tra tutti è il più prelibato.

All’interno una squisita crema al cioccolato, la scelta del gusto è variegata.

I nostri amici han deciso di fare il bis, e per il momento ci salutano da qui.

Alla prossima Fumìna e Svelto.

 

Click to Hide Advanced Floating Content