Il Coro Polifonico diretto da don Pino Latelli alla festa di San Giuseppe

In Attualità On

Il Coro Polifonico di Lamezia Terme giovedì 16 marzo, nel corso del novenario in preparazione alla festa liturgica in onore di San Giuseppe, patrono della chiesa universale, su invito della Confraternita di Maria Immacolata, sarà nella chiesa di Santa Caterina, per animare con il canto la celebrazione eucaristica delle ore 18.00 presieduta dal rettore don Antonio Muraca che ha invitato i fedeli a «rendere omaggio a San Giuseppe, vivendo intensamente momenti di spiritualità e preghiera intorno al Santo del Silenzio e custode di Maria, di Gesù e della Chiesa, durante il novenario e la festività».

San Giuseppe«Non è la prima volta che la corale – afferma il presidente del Coro Antonio Arcuri – si esibisce in questa chiesa sita sul centrale corso San GiuseppeNumistrano di Nicastro, tanto cara al popolo lametino e in un contesto di preghiera».

L’attesa esibizione è  un risultato che si aggiunge a tanti altri ottenuti attraverso un’esperienza più che trentennale di un solido gruppo canoro che vanta professionalità, passione, competenze e soprattutto un forte senso di religiosità.

Il gruppo corale, di cui è presidente  l’avvocato Antonio Arcuri,  nato per iniziativa di Monsignor Vincenzo Rimedio, vescovo emerito della diocesi di Lamezia Terme, sarà diretto dal maestro don Pino Latelli e proporrà brani che spaziano dal  canto gregoriano  al celebre Ave Verum di Mozart e al Pane del Cammino che il coro lametino eseguirà a quattro voci. Concluderà la celebrazione il canto “Madonna di Czestochowa”.

Lina Latelli Nucifero

Articoli Correlati

AMA Calabria è primo ente musicale italiano di concertistica

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente di AMA Calabria, Aurelio Pollice. (altro…)

Read More...

Vibo. Sgominata cosca dedita coltivare droga

A capo il figlio del boss Emanuele Mancuso, che ha iniziato a collaborare (altro…)

Read More...
Ritratto Elvidio Borelli

Elvidio Borelli, una giovane vita caduta per l’Italia

Si immolò in guerra per la patria morendo a soli 24 anni. A Elvidio Borelli è dedicata una stele

Read More...

Mobile Sliding Menu