LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Cosenza: dal 15 maggio al via la mostra multimediale Van Gogh Alive

2 min read
A Cosenza Van Gogh Alive-LameziaTermeit

A Cosenza a partire dal 15 maggio si potranno ammirare le opere di Van Gogh

COSENZA. Sarà il Museo multimediale di Piazza Bilotti a Cosenza a ospitare, dal 15 maggio al 15 settembre 2018, la mostra multimediale Van Gogh Alive, dedicata al grande pittore olandese Vincent Van Gogh.

“Un’esperienza multisensoriale indimenticabile”, così l’esposizione artistica è stata definita dai più. Un viaggio sensoriale che accompagna il visitatore attraverso una visione totalmente innovativa della vita e delle opere che hanno caratterizzato tutta la produzione artistica dell’indimenticabile Van Gogh nel periodo trascorso ad Arles, Saint Rémy e Auvers-sur-Oise tra il 1880 e il 1890.

I curiosi e gli appassionati si faranno largo tra più di 3 mila immagini di Van Gogh proiettate in larga scala così da riempire schermi giganti, pareti, colonne, soffitti e persino il pavimento; ma soprattutto, complice l’alta definizione, per permettere ai visitatori venuti a celebrare il grande artista di comprenderne l’uso del colore, la particolare tecnica e le fonti di ispirazione.

Le opere sincronizzate con una potente colonna sonora classica creeranno un’atmosfera unica nel suo genere capace di entrare quasi nel profondo del pensiero e del sentimento del pittore olandese. Gli spettatori saranno quindi letteralmente avvolti e proiettati all’interno di un nuovo concetto di mostra museale di solito legata al rigoroso silenzio delle gallerie d’arte e alla distanza tra la persona e l’opera da contemplare.

Sospesi tra passato e futuro, prepariamoci ad ammirare I girasoli, la Notte stellata o l‘Autoritratto così come non li abbiamo mai visti.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=57&amp=&v=U_ZEYxTFaCE

Ad allestire la mostra sarà la Grande Exhibitions che utilizzerà un sistema unico, il Sensory4, in grado di combinare motion graphics multicanale, suono surround di qualità cinematografica e fino a quaranta proiettori ad alta definizione per offrire uno degli ambienti multiscreen più coinvolgenti al mondo.

“Io credo che Van Gogh avrebbe davvero amato questa mostra, perché esprime l’arte attraverso la visione e la musica”, ha detto il diplomatico olandese Willemijn van Haaften parlando della mostra che da metà maggio celebrerà in maniera del tutto tecnologica e dinamica l’estro e il genio di Vincent Van Gogh.

La città dei Bruzi si appresta dunque ad accogliere una delle esposizioni multimediali più visitate e apprezzate negli ultimi anni, e dopo aver già fatto tappa in città come

  • Berlino;
  • Atene;
  • Bologna;
  • Budapest;
  • Dubai;
  • Firenze;
  • Istanbul;
  • Lisbona;
  • Milano;
  • Roma;
  • Mosca;
  • Shanghai;
  • Torino;
  • Verona;
  • San Pietroburgo.

E dopo Van Gogh pare che il capoluogo bruzio ospiterà anche Leonardo e Klimt.

V.D.