Cosenza, divieto di avvicinamento alla sua ex per uno stalker 42nne

In Cronaca On
questura cosenza

COSENZA. Perseguitava la sua ex fidanzata, il tribunale gli impone di non avvicinarla.

Personale della 3A Sezione della Squadra Mobile di questa Questura ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale, emessa dal GIP presso il Tribunale ordinario di Cosenza, a seguito di richiesta del Procura della Repubblica, nei confronti di M.A., di anni 42, abitante nel circondario cosentino.
Invero, il suddetto indagato si sarebbe reso responsabile del reato di stalking nei confronti della sua ex fidanzata, di anni 40, verso la quale evidenziava un morboso attaccamento, inviandole ripetutamente durante la giornata numerosi messaggi, seguendola in ogni suo spostamento e soprattutto presentandosi sul posto di lavoro ed innanzi la sua abitazione.
Tale condotta ha ingenerato nella donna uno stato di ansia e paura, ingenerando in lei timori per la sua incolumità, tanto da chiedere a parenti ed amici di essere accompagnata in ogni suo movimento. La donna infatti si sentiva spiata e controllata quindi non più libera di poter vivere la sua vita liberamente, trovando il suo ex fidanzato, al quale lei aveva reso noto di non voler più continuare la loro relazione sentimentale, presente in ogni luogo frequentato dalla stessa.
La donna, proprio per evitare di ricevere telefonate e messaggi, è stata costretta quindi a cambiare la sua utenza telefonica visto che lo stesso gli inviava comunicazioni anche Whatsapp con i quali le chiedeva di perdonarlo e di tornare insieme, avvertendola della sua precaria condizione psicologica, minacciando, tra l’altro di uccidersi.
Questa ossessività negli ultimi tempi aumentava in modo esponenziale visto che l’indagato, nel seguire la donna con la propria autovettura, la costringeva ad arrestare la marcia del proprio veicolo per parlare con lui, sempre allo scopo di convincerla a tornare insieme, visto l’amore che provava per lei che lo portava ad “essere geloso “ ed a “impazzire per lei”.
L’uomo rintracciato, veniva accompagnato presso questi Uffici al fine di notificargli il provvedimento che dispone il divieto di avvicinamento ad una distanza non inferiore a 200 metri da tutti i luoghi frequentati dalla donna ed in modo particolare il luogo in cui la stessa abita e lavora e di non comunicare con la stessa né telefonicamente né telematicamente.

Articoli Correlati

All'Università della Calabria il XXIII Congresso Europeo sugli squali

All’Università della Calabria il XXIII Congresso Europeo sugli squali

Italia, Olanda, Turchia, Grecia, Belgio, Spagna, Sudafrica, Austria, regno unito, Portogallo, Messico, Francia, Spagna, Irlanda, Israele, capo verde, Malta,

Read More...
Carmen Consoli

Carmen Consoli chiude sabato 21 l’Estate Reggina 2019

Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà l’aveva presentata a inizio giugno, nella Sala dei Lampadari di Palazzo San

Read More...
Carabinieri Cosenza

Cosenza. Rubano gasolio da pullman, due arresti

I mezzi erano in autorimessa, sono intervenuti i carabinieri (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu