LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Criptovalute e investimenti: le previsioni sul Bitcoin di TradingOnline.io

3 min read
bitcoin
Errore, nessun ID annuncio impostato! Controlla la tua sintassi!

Il mercato delle criptovalute continua ad essere particolarmente dinamico, con un andamento oscillatorio tipico della sua natura

Le principali monete digitali, fra cui la più famosa, ovvero Bitcoin, dopo aver attraversato un periodo di fortissima crescita, scontano un momento di fisiologica frenata.

Sembra, però, che l’interesse nei loro confronti sia ancora molto alto, tanto che, dopo l’abbandono di Elon Musk, si siano già fatti avanti nuovi nomi di grosso calibro nel panorama finanziario internazionale seriamente intenzionati a investire in crypto.

Il portale TradingOnline.io, che si occupa di analizzare e formare i trader italiani, spiega come già da alcuni anni il comparto delle monete digitali sia al centro dell’attenzione mondiale. Osteggiate da banche tradizionali e dai governi più autoritari (in particolare quelli della Cina e della Corea), Bitcoin e le altre riscuotono l’approvazione di migliaia di utenti comuni e anche di grandi gruppi di investimento privato. Come evidenziano gli esperti di TradingOnline.io, si può decidere sia di acquistare direttamente dei token, sia di fare trading su di essi sfruttando le piattaforme online: si tratta di due modalità differenti in cui non esiste una posizione migliore dell’altra in quanto la riuscita o meno dell’investimento corrisponde a una precisa strategia elaborata dal trader.

Fare trading su Bitcoin

Sono moltissimi gli utenti che hanno deciso di investire in bitcoin, attirati dai forti rialzi che hanno caratterizzato il crypto-mercato negli ultimi anni. Il mondo finanziario si divide tra gli scettici, che ritengono prossima allo scoppio la bolla dei token, e gli entusiasti, convinti che Bitcoin potrebbe addirittura prendere il posto dell’oro come bene rifugio per eccellenza. L’asset, che sicuramente è uno dei più caldi dell’ultimo periodo, conserva comunque un’alta volatilità, pertanto l’investitore intenzionato a fare trading su di esso dovrà necessariamente tenerne conto.

Per fare trading sulle valute digitali occorre aprire una posizione presso un broker online, il quale si occupa di mettere in relazione il mercato finanziario con il trader, aprendo e chiudendo le posizioni per suo conto. Esistono moltissime piattaforme di questo tipo, tuttavia non tutte fra esse sono considerate affidabili. Purtroppo nel mondo del trading le truffe sono all’ordine del giorno pertanto, come consiglia anche TradingCenter.io, bisogna prestare attenzione alla scelta del broker, avvalendosi solo di quelli che hanno ottenuto le principali licenze. Il fatto che la piattaforma sia regolamentata, infatti, dimostra che essa soddisfa i requisiti di trasparenza e di sicurezza imposti dall’ente controllore. In Italia è la Consob che è deputata a sorvegliare gli operatori finanziari, mentre a livello europeo è diffusa la licenza CySEC.

Fare trading con i CFD

Chi decide di fare trading su Bitcoin si scontra con la difficoltà di aprire una posizione a causa del prezzo raggiunto dalla valuta. Per la maggior parte degli investitori il valore del token ha già toccato una quotazione troppo alta, tuttavia, sfruttando i CFD, si può investire in Bitcoin ad un costo molto contenuto. I CFD, la cui sigla sta per “contract for difference”, sono uno strumento finanziario derivato che ha cominciato a diffondersi fra i trader qualche decennio fa. Si tratta di una modalità che non prevede l’acquisto diretto dell’asset e proprio per questo motivo è molto usato per fare trading senza vincolare troppo capitale.

In questo caso l’utente e la piattaforma stipulano un contratto in cui lo scambio di denaro avviene in relazione all’oscillazione di prezzo che intercorre fra il momento in cui viene aperta una posizione e quello in cui viene chiusa: si tratta, quindi, di una speculazione sull’andamento del sottostante che non implica l’acquisizione reale del titolo.

Click to Hide Advanced Floating Content