LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Crisi mercato olio d’oliva: Apolc-Op chiede convocazione tavolo filiera

2 min read

Il presidente dell’associazione Apolc-Op, Antonio Campisano, in una lettera indirizzata al presidente del consiglio Mario Draghi, al ministro delle politiche agricole Patuanelli e al presidente Occhiuto pone l’accento sulla crisi del mercato olio di oliva campagna 21/22 e contemporaneamente, chiede la convocazione di un tavolo di filiera


Tenuto conto che la campagna 21/22 pur essendo all’inizio – scrive Campisano, – è già in atto una crisi di mercato i cui prezzi sono al di sotto dei costi di produzione. I produttori olivicoli sono in grosse difficoltà in quanto penalizzati non solo dalla crisi di mercato, quanto anche all’aumento dei prezzi del gasolio, dell’energia elettrica e della carenza di manodopera causa anche del reddito di cittadinanza.

Tale situazione – scrive afferma il presidente, – non favorisce la raccolta delle olive e a medio termine consente l’abbandono degli uliveti con conseguenziali dissesti idrogeologici ed ambientali. Per i motivi sopra esposti la scrivente Organizzazione chiede alle autorità principali di convocare al più presto le Organizzazioni dei produttori olivicoli, le Associazioni dei confezionatori e della grande distribuzione per concordare un prezzo che possa coprire i costi di produzione. Si evidenzia inoltre che i produttori olivicoli sono in agitazione e qualora costretti non procederanno alla raccolta delle olive, causando perdita della produzione e turbative sociali.

La scrivente Organizzazione di produttori olivicoli – conclude Campisano, – pur essendo autonoma, chiede di essere convocata al tavolo della filiera olivicola. Confidando nella buona politica portata avanti dal presidente del Consiglio Draghi, per trovare una soluzione, si rimane in attesa di riscontro e si porgono cordiali saluti.

Click to Hide Advanced Floating Content