Cucina tipica calabrese: le patate ‘mpacchiuse con cipolla di Tropea

In Giovedì Gnocchi, Ultime notizie On
- Updated

Una ricetta della tradizione calabrese semplice e gustosa, le patate ‘mpacchiuse

Calabria, terra ospitale e baciata dal sole, famosa non solo per le sue straordinarie coste, ma anche per una cultura enogastronomica millenaria grazie all’influenza delle diverse civiltà che questa regione l’hanno vissuta e attraversata, lasciando tracce indelebili nella sua tradizione culinaria: dalla preparazione dei dolci alla cottura della carne, nell’uso delle spezie e degli aromi. Non è un caso che questa cucina vanti, quasi in ogni paese, ricette diverse che comprendono tanto i prodotti della montagna quanto quelli del mare.

In particolare, la gastronomia tradizionale è legata al mondo contadino, in un tempo che sembra essersi fermato e che ancora oggi si fa portatore di quelle ricette che trasformavano i prodotti della terra in piatti semplici ma dal gusto unico e che spesso e volentieri si tramandano di generazione in generazione. Era ed è la maestria delle nostre nonne.

Patate ‘mpacchiuse della tradizione calabrese

Le patate ‘mpacchiuse con cipolla di Tropea

Le patate ‘mpacchiuse (appiccicose), così definite per il tipo di preparazione eseguita con poco olio che fa sì che le fette di patata si attacchino tra di loro, ben rappresentano la tipicità della cucina regionale calabrese contadina, in particolare del cosentino. Sono solitamente usate come contorno, ma possono essere gustate anche come antipasto, servite insieme con salumi e formaggi tipici calabresi e oltre alla cipolla possono essere accompagnate da altri elementi, quali funghi, peperoni, uova. Pochi semplici ingredienti, le patate della Sila e le cipolle rosse di Tropea, per un piatto ricco di gusto e dal profumo intenso.

La ricetta:

Ingredienti:

  • 4 grosse patate;
  • 1 cipolla di Tropea;
  • olio di oliva q. b.;
  • sale q. b.;
  • peperoncino fresco o in scaglie;

Procedimento:

Prima di tutto per iniziare è necessario lavare le patate, pelarle e tagliarle a rondelle spesse circa 3 o 4 mm. Successivamente bisogna sbucciare ed affettare sottilmente anche la cipolla rossa di Tropea. Prendete una padella molto grande e versate olio extravergine senza abbondare, ricoprendo soltanto il fondo. Versate nella padella le patate, distribuendole uniformemente, aggiungete il sale ed anche il peperoncino piccante fresco tagliato a rondelle. Cuocete le patate a fuoco medio, senza mescolare per almeno 20 minuti, finché le patate sul fondo non si saranno dorate. Passati i 20 minuti quando le patate iniziano a formare una bellissima crosticina giratele senza farle rompere ed aggiungete la cipolla ed un altro pizzico di sale.

Ricoprite e terminate la cottura, facendole dorare anche dall’altro lato. Le patate ‘mpacchiuse saranno pronte da gustare quando saranno, appunto, appiccicate tra di loro e ben dorate su tutti i lati.

Redazione

Articoli Correlati

Il fotoritocco sa un po’ di tarocco

Il fotoritocco sa un po’ di tarocco

Instagram e Facebook spingono tantissimi utenti a correggere o a modificare le proprie foto con Photoshop o altri ausili

Read More...
temporali-LameziaTermeit

Meteo: ancora tanti temporali al Sud, l’estate volge al termine?

Anche la prossima settimana temporali pomeridiani colpiranno il Centro-Sud, Sardegna e Sicilia (altro…)

Read More...

Coldiretti: i prodotti che i turisti portano a casa sono quelli agroalimentari

Oltre il 50% dei turisti che sono stati in Calabria e ritornano a casa dopo il Ferragosto porteranno con

Read More...

Mobile Sliding Menu