Dapì Caimi PH, una lametina alla Fashion Week di Milano

In Attualità, Ultime notizie On

Daniela Caimi, in arte Dapì Caimi PH. La passione per la fotografia è nata ed è maturata in lei già diversi anni fa: tutto è cominciato quando la sua famiglia le ha regalato una macchina fotografica professionale.

Da quel momento è partita una vera e propria avventura di vita per Daniela che è diventata Dapì Caimi PH, fotografa per passione e per professione. Lametina, 37 anni, Dapì Caimi è mamma di Alice, una bellissima bimba che è tutto il suo mondo, tutta la sua vita insieme ai suoi affetti più cari. Tra qualche giorno Dapì Caimi sarà alla Fashion Week di Milano, uno degli eventi più importanti per il mondo della moda internazionale. L’abbiamo incontrata per farci raccontare qualcosa di lei, i suoi sogni e i suoi desideri per la sua vita privata e professionale.

 

Perché hai scelto di specializzarti nel settore della fotografia?

Ho scelto di specializzarmi in questo settore, perchè considero la fotografia come una forma d’arte essenziale nella mia vita. Sin da ragazzina mi affascinava osservare i particolari delle foto scattate da mio padre, il quale mi ha trasmesso questa forte passione. È proprio grazie al soprannome con il quale lui mi chiamava da piccola “Dapì” che oggi mi presento al mondo della fotografia: Dapì è diventato il mio nome d’arte. La cosa che più mi affascina della fotografia è il riuscire a immortalare gli attimi, o i particolari o quelle frazioni di secondo che a me danno emozione. Molte volte le persone per esempio neanche si rendono conte che le sto fotografando e sono i momenti più belli quelli, perchè non sanno di avere il mio obiettivo addosso, perciò l’emozione è più vera e forte, perchè il soggetto non è coscientemente impostato.

Andrai alla Fashion Week di Milano, quali sono le tue aspettative?

Si nei prossimi giorni sarò alla Fashion Week “Milano uomo 2019” dove verranno presentate le nuove collezioni di importantissimi brand della moda come: Prada, Armani, Versace, Gucci  Ralph Lauren e tantissimi altri. Mi aspetto di riuscire al meglio in quello che ho scelto come lavoro per la vita, e di riuscire a cogliere con i miei scatti l’originalità e il fascino dell’arte della moda

Qual è il sogno nel cassetto che ancora non hai realizzato?

Personalmente mi ritengo una persona ottimista, carica di grinta con tanti progetti in mente. I miei sogni nel cassetto sono davvero tanti ma, quello che mi renderebbe più felice sarebbe, (chiaramente tra qualche anno), di girare il mondo lavorando con mia figlia al fianco. Anche Alice, nonostante la sua giovane età, sta scoprendo e coltivando questa mia passione.

Pensi di rimanere in Calabria o di andare a lavorare al Nord o addirittura all’estero?

La Calabria mi rimane sempre nel cuore: sono legata a questa terra per la mia famiglia e le mie origini. Fortunatamente ho già avuto delle buone offerte di lavoro sia nel Nord Italia che all’estero. Chi vorrà, potrà seguire le mie trasferte e le mie avventure fotografiche in giro per il mondo suoi miei profili social (Facebook dapì caìmi e Instagram dapì caìmi ph)

Cosa ti affascina del mondo della moda e dello spettacolo?

Come dico sempre quando racconto di queste mie pazzesche avventure, è che mi sembra di lavorare in un universo parallelo tra luci, colori, microfoni, muovendomi tra personaggi dello spettacolo, film festival, sfilate di moda e quant’altro. Un universo decisamente affascinante dove si incontrano tante culture e modi di essere. Le creazioni di moda sono il frutto dell’estro e della creatività di tante persone: il talento non lo puoi imbrigliare o chiudere in una campana di vetro. La moda è arte e l’arte non ha limiti o confini: è del mondo.

Maria Scaramuzzino

Articoli Correlati

Sambiase Calcio-LameziaTermeit

Cuore giallorosso, il Sambiase è in Eccellenza!

Mancava veramente poco all'estenuante lotteria dei rigori quando Bruno insacca a pochi metri dalla porta dopo che una splendida

Read More...
Catturato giovane evaso da carcere di Cosenza

Catturato l’uomo evaso dal carcere di Cosenza

Individuato vicino al fiume Crati da carabinieri e polizia penitenziaria (altro…)

Read More...

Da Nord a Sud, anche l’Italia si illumina di viola…

#makingtheinvisiblevisible, è questo l’hashtag della campagna mondiale che accende di viola i monumenti italiani (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu