De Sarro: Università Magna Graecia tra le prime nel Meridione

In Attualità, Ultime notizie On

Dopo le dichiarazioni uscite su alcuni giornali nazionali che attestano l’ottimo stato di salute dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, il Magnifico rettore ha voluto approfondire il discorso e fornire alcune informazioni. L’Università di Catanzaro è tra le prime nel Meridione, un ottimo stato di salute per l’ateneo calabrese che continua positivamente il suo trend d’investimento su giovani e ricerca. Mai come in questi ultimi due anni sempre più vicina agli studenti, alle famiglie e alla qualità dell’offerta.

In breve il saluto che il Magnifico Rettore, professor Giovan Battista De Sarro, ha fatto in apertura de “4° Umg career development workshop bench to bedside: from discovery to clinical trials”

“Intendo sottolineare il motivo che ci ha spinto a portare avanti ancora una volta questa iniziativa  – dice il Magnifico rettore De Sarro, riferendosi a : 4° umg career development workshop bench to bedside: from discovery to clinical trials –  riteniamo che molto del futuro di questo ateneo dipenda dai dottorandi e dall’ottima ricerca che continuiamo a fare. Il nostro è un ateneo molto giovane, a giugno ha festeggiato 20 anni; eppure i risultati mostrano che è tra quelli che nel Sud crescono maggiormente.  Tutti i ministri hanno avuto la tendenza a ridurre i fondi alle Università, è questo, ovviamente, comporta della difficoltà, alcuni hanno addirittura tagliato i fondi ai dottorandi. A Catanzaro questo non è successo – spiega il Rettore –  nella nostra Università si studia gratis con un ISEE fino a 20.000 euro.  Cosa che è stata molto apprezzata, infatti,  sono dei benefici  che soprattutto nel corso di laurea di Giurisprudenza sono stati avvertiti e apprezzati molto. Vorrei far notare che dal 2013 i fondi ordinari sono andati sempre ad aumentare, siamo partiti da 30 milioni e siamo arrivati a 45 milioni di euro.

 

Unico Ateneo del Sud che è stato in grado di fare questo, gli altri hanno avuto delle alterne vicende ed hanno avuto delle variazioni che hanno condizionato il loro andamento. Se per esempio dice il magnifico Rettore Giovan Battista De Sarro –  ci confrontiamo con alcune università del Sud, come Bari, Catania, Napoli Federico II e Messina, abbiamo avuto un turn-over  superiore a tutti gli altri, siamo oltre il 100%. Abbiamo rinnovato i docenti investendo sui giovani e prendendo docenti  anche da altri atenei, valutando il curriculum scientifico e la loro possibilità di essere  utili per quanto riguarda il mantenimento delle scuole di specializzazioni.  Inoltre, evidenzio che anche quest’anno gli unici atenei del Meridione che hanno aumentato l’offerta formativa, sono Salerno e Catanzaro”. Il rettore conclude il suo intervento fornendo dei dati che sottolineano la qualità del lavoro dell’ateneo catanzarese e alcuni dati che danno merito anche alla ricerca svolta in questi anni. “Nel nostro ateneo anche l’offerta formativa è un fiore all’occhiello” – dice De Sarro. Questi i dati dell’offerta formativa globale dell’Università Magna Graecia nel 2018

  1. LAUREE TRIENNALI 15
  2. MASTER PROFESSIONALIZZANTI 9
  3. SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE 33
  4. LAUREE MAGISTRALI 8
  5. MASTER I LIVELLO 30
  6. MASTER II LIVELLO  14
  7. DOTTORATI DI RICERCA 5

Perché l’ateneo decide di investire in ricerca e sui giovani? Perché i giovani hanno più idee e più immaginazione, pertanto indirizzare i giovani con il lavoro di chi è più esperto ci dà l’opportunità di creare dei vivai che si evolvono e realizzano progetti di enorme importanza nella ricerca. Vi ricordo alcuni dei nostri brevetti, importanti conquiste negli anni.

  1. MICRO-SLEEP HOLTER PER LO SCREENING DI DISTURBI DEL SONNO, INVENTORI: QUATTRONE, M. SALSONE, A. GAMBARDELLA, B. VESCIO
  2. ROBOT PER L’ANGIOPLASTICA INVENTORI: ROBOT PER L’ANGIOPLASTICA – INVENTORI: C. Indolfi, G. Danieli, S. De Rosa
  3. Dispositivo Nanotech per la diagnostica precoce dei Tumori. IDENTIFICAZIONE DI NUOVI MARCATORI  TUMORALI   INVENTORI: G. Cuda, P. Candeloro, E. Di Fabrizio
  4. Brevetto: Aspirina micronizzata ed amorfizzata sublinguale coniugata con collagene. Inventori: Vincenzo Mollace & Bruno Silvestrini.
  5. NUMERO DI ASSEGNI DI RICERCA E BORSE DI DOTTORATO DELL’UNIVERSITA’ MAGNA GRAECIA NEL PERIODO 2011-2018 : UN TOTALE DI 1.200 ASSEGNI E DI 900 DOTTORATI  SIGNIFICA CHE  OGNI DOCENTE HA PARTECIPATO ALMENO ALLA FORMAZIONE DI  3 ASSEGNISTI DI RICERCA E QUASI DI TRE DOTTORANDI. ECONOMICAMENTE L’IMPEGNO 26 MILIONI DI EURO PER LA RICERCA E 22 MILIONI PER I DOTTORANDI, QUINDOI ABBIAMO INVESTITO IN MEDI IL 20% DELLE NOSTRE RISORSE PER FORMARE I GIOVANI.

In una regione povera come la nostra, investire in università e ricerca è indispensabile, anche i grandi di altri Paesi hanno in passato individuato in questi fattori la possibilità di creare futuro. Noi abbiamo avuto importanti pubblicazioni e ancora ne avremo, grazie al lavoro che stiamo costruendo e alla squadra che stiamo costruendo. Per questo ringrazio i mie colleghi per il loro impegno, fondamentale nell’ottenimento di risultati positivi che ci fanno onore in tutto il Paese” .

Articoli Correlati

Ospedale Serra San Bruno

Serra San Bruno (VV). Ascensore rotto, defunto resta in reparto

Impossibile il trasferimento in obitorio (altro…)

Read More...
lamezia chiesa san benedetto

Diretta Streaming consacrazione chiesa di San Benedetto

Oggi 25 marzo alle 18, si terrà la consacrazione del nuovo complesso interparrocchiale di San Benedetto (altro…)

Read More...
Deputato Giuseppe d'Ippolito alla Camera

Polo traumatologico, D’Ippolito (M5S): impedito dal governo di centrosinistra

Alcuni comitati locali fanno enorme, voluta confusione sull’accorpamento dell’ospedale di Lamezia Terme nell’azienda ospedaliera unica di Catanzaro, avvenuta in

Read More...

Mobile Sliding Menu