LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

L’istituto comprensivo “Don Milani” distribuisce i tablet per la formazione a distanza

2 min read
Istituto Don Milani Lamezia Terme

Continuano le iniziative di vicinanza alla popolazione da parte dei Carabinieri del Comando di Lamezia Terme e della Protezione Civile nell’attuale situazione epidemica

Nella mattinata del 6 maggio, nell’ambito delle iniziative avviate già da tempo per assicurare concreto sostegno a tutti gli studenti, i Carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme, coordinati dal Maresciallo Mauro Cervo, hanno consegnato i tablet per la didattica a distanza a 60 alunni dell’Istituto Comprensivo Don Milani residenti nel comune di Lamezia Terme, mentre altri 15 sono stati distribuiti dalla Protezione Civile agli studenti residenti nel territorio di Platania.

L’iniziativa, nata dalla piena collaborazione tra il Dirigente scolastico Francesco Vinci, l’Arma dei Carabinieri e la Protezione civile, consente di garantire anche agli studenti sprovvisti di strumenti informatici, l’utilizzo della piattaforma del piano di studi scolastico, permettendo così il regolare sviluppo del programma didattico a distanza.

L’Arma e la Protezione civile – riferisce il Dirigente Vinci – è da sempre punto di riferimento per le comunità ed ha risposto con entusiasmo e piena disponibilità alle tante richieste, contribuendo fattivamente alla delicatissima missione finalizzata a garantire a tutti il diritto allo studio, come sancito nell’art. 34 della Costituzione Italiana.”

I militari, dopo aver prelevato i tablet all’Istituto “Don Milani”, si sono recati presso le abitazioni degli studenti che hanno risposto con sorpresa e profonda gratitudine alla singolare iniziativa. I ragazzi da oggi potranno continuare a seguire da casa le lezioni nel rispetto del distanziamento sociale imposto dalla normativa vigente, indispensabile ad impedire la diffusione del virus.

Un piccolo gesto che rafforza ancor di più il legame tra i Carabinieri, la Protezione civile e le istituzioni scolastiche del territorio da sempre impegnate nel progetto della diffusione della cultura della legalità nelle scuole.

L’iniziativa era già stata unanimemente condivisa in sede di Consiglio d’Istituto la cui presidente, dr.ssa Annita Vitale, aveva riportato le parole di apprezzamento da parte di tutte le famiglie interessate.