LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Ecosistem Lameziasoccer sfiora il colpaccio a Canicattì

3 min read
Canicatti Ecosistem Lameziasoccer

La formazione lametina, sotto per 4-1, rimonta i siciliani e, sul finire, fallisce il gol vittoria

Gara incredibile al Pala Saetta-Livatino di Canicattì che finisce con la spartizione dei punti tra i locali ed Ecosistem Lameziasoccer. Un risultato impronosticabile a 150 secondi dal termine ma, le gare finiscono solo quando suona la sirena (o se volete quando fischia l’arbitro di boskoviana memoria).

Prima della sirena era stata la formazione lametina a suonare la carica rimontando nel giro di 72 secondi ben tre reti per poi sbagliare il colpo del ko.

La cosa migliore della serata è stata sicuramente questa forza di reazione della formazione orange che nel giro di poco più di tre minuti era andata sotto di tre reti, dopo essere stata raggiunta nei primi minuti della ripresa. Era stato il giovane Mantuano, schierato nel quintetto iniziale, a portare avanti la Pantera Orange. Nei primi minuti della ripresa il pareggio dei padroni di casa in una gara che fino ad oltre metà del secondo tempo era stata equilibrata e “giocata” dalle due squadre poi, il gol del vantaggio di Larosa a 14’03”, faceva saltare il banco. I lametini andavano in barca mentre i padroni di casa si esaltavano e mettevano una seria ipoteca sulla gara con una doppietta di lucchese. Entusiasmo a mille nel clan siciliano che già pregustava i tre punti. Punti nell’orgoglio gli orange trovavano forza e lucidità per rimontare un parziale pesantissimo. Pereira suonava la carica infilando dall’altezza del tiro libero il gol del 2-4 che metteva in crisi Isgrò e compagni. Poco dopo era D’Agostino che sfruttava un assist di Pereira da sinistra a destra anticipando il portiere in uscita. Con un solo gol di vantaggio i padroni di casa andavano in affanno ed erano costretti al fallo. D’Agostino anticipava Marino che era costretto al fallo da dietro. Sesto fallo e tiro libero per gli Orange che il solito Scervino trasformava (terza consecutiva) con freddezza.

A questo punto i lametini sentivano nelle gambe la possibilità del colpo del KO e ci tentavano; Pereira anticipava Lucchese, portiere messo a sedere a terra, destro-sinistro e conclusione a porta vuota ma palla che esce di poco con l’orange che non trovava l’appoggio giusto per indirizzare bene il pallone.

Mister Carrozza a fine gara: “Abbiamo affrontato una buona squadra contro cui, dopo l’opaca prestazione infrasettimanale, avevamo necessità di fare risultato. Campo molto stretto ed appena ci siamo un pò scoperti e abbiamo subito gol la gara è partita. Qualche disattenzione ci aveva portato ad un punteggio che onestamente non meritavamo però, con il solito nostro cuore siamo riusciti a recuperare la partita e rischiato di vincerla.”

FUTSAL CANICATTI’-ECOSISTEM LAMEZIASOCCER 4-4

FUTSAL CANICATTI’: Orlando, Isgrò, Cascino, Lucchese, Larosa, Roccaro, Marino, Sirone, Madonia, Furno, Gallo, Lavilla. Allenatore: Castiglione

ECOSISTEM: Sperlì, Deodato, Caffarelli, Scervino, Morelli, Mastellone, De Masi, Montesanti, Gatto, Mantuano, Pereira, D’Agostino. Allenatore: Bebo Carrozza

ARBITRI: Michele Corrado Schillaci di Enna e Davide Salvatore Fonti di Caltanissetta

CRONOMETRISTA: Andrea Salvatore Calì

Marcatori: 1T 17’31 Mantuano 2T 05’26 Furno 14’03” Larosa 15’23” 17’15” Lucchese 17’25” Pereira 17’57” D’Agostino 18’37” Scervino (tl)