LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Elezioni provinciali: chi difenderà Lamezia nell’ente intermedio?

2 min read

Elezioni provinciali. De Biase, già presidente del consiglio comunale, si chiede quale futuro ci sarà per Lamezia in seno all’ente intermedio.

Salvatore De Biase - LameziaTerme,it
Salvatore De Biase
Nota stampa. Il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, ha emesso un decreto con cui ha convocato le elezioni provinciali per domenica 7 febbraio 2021. Anche nella Provincia di Catanzaro, il nuovo appuntamento elettivo, bussa alle porte. E alla luce degli “amari fatti e circostanze ancora in corso” vuoi vedere che Lamezia, rischia di rimanere orfana nella provincia di Catanzaro e come al solito fuori dal giro?
Quanti danni per questa nostra martoriata città! Come risaputo alle elezioni provinciali di che trattasi, partecipano direttamente e indirettamente, sindaci e consiglieri comunali del territorio. Motivo ciò che inevitabilmente, proietterà i suoi effetti, anche a livello regionale in vista degli appuntamenti elettorali del 2021?
Nel contesto generale e forse per la delicatezza della partita in gioco, oltre che per l’importanza della posta, la presidenza della Provincia del capoluogo di regione, motiva la massima cautela negli schieramenti in campo e Lamezia deve contare e pesare. Con la domanda: come? Quando? Con chi? Quale Amministrazione ordinaria o straordinaria sarà chiamata a rispondere ? Insomma, con la realtà attuale, cosa e chi potrà far emergere e contare il ruolo di Lamezia nel contesto provinciale? Con quali prerogative la nostra città guarderà al proprio futuro in un contesto provinciale che proietti il nostro territorio come risorsa e non come realtà a cui attingere solo nei momenti elettorali?
Nelle vesti di “soldato sentinella” che ama la propria città anche “quando non fa parte delle istituzioni elettive” sono preoccupato e allarmato per quanto Lamezia subisce , seppur rappresenta la “ porta della Calabria, sia del presente, che del futuro ” . Ma la sorte ? il fato? si accanisce da troppo tempo e c’è sempre un qualcuno o una qualche cosa, che ne impedisce il decollo. Quindi attendendo il voto e il risultato nelle quattro sezioni indicati dal TAR, ( e quanto ancora non si conosce), forse solo appellandoci ai santi lametini: San Francesco di Paola, Sant’Antonio da Padova, Santi Pietro e Paolo; potremo sperare in un futuro migliore per la nostra città”.