LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Emergenza Covid. Spirlì pensa a nuove restrizioni: dal coprifuoco alla didattica a distanza

2 min read
coronavirus

Emergenza Covid, il governatore in carica Nino Spirlì sta per varare nuove misure per contenere la pandemia da Covid-19 nella nostra regione.

In un messaggio vocale che sta girando all’impazzata su WhatsApp, il presidente facente funzioni della Regione Nino Spirlì, avrebbe comunicato la decisione di avviare (probabilmente da lunedì e tramite un’ordinanza) una serie di misure atte a contenere il contagio da Coronavirus nella nostra regione. Infatti, negli ultimi giorni, il dilagare del virus  ha avuto un aumento esponenziale, tanto che solo oggi si sono registrati 187 nuovi casi in tutta la Calabria.

Le nuove misure di Spirlì prevedrebbero un “coprifuoco” dalle 24 alle 5 di mattina, la didattica a distanza per i ragazzi delle scuole superiori e medie, la chiusura degli ambulatori per le prestazioni mediche meno urgenti e il blocco delle visite nelle RSA e negli ospedali per i parenti dei degenti.

il presidente facente funzione ha detto che sta riflettendo su queste misure al fine di bloccare l’aumento dei contagi nei prossimi giorni, in modo da avere un clima più tranquillo per le prossime festività natalizie. Una situazione meno preoccupante che consentirebbe anche al comparto produttivo di lavorare con più serenità proprio in occasione delle feste di Natale. Nel vocale Spirlì ha concluso dicendo che non è certamente facile per lui prendere queste decisioni, ma ognuno di noi deve fare la sua parte in questo momento di crisi pandemica per salvaguardare la propria e l’altrui salute e per non far collassare la sanità regionale.

 

Dario Rocca