Esordio in A2: la Conad Lamezia cede il passo all’Acqua Fonteviva Apuana Livorno

In Sport On
esordio della Conad Lamezia a Livorno-LameziaTermeit

Acqua Fonteviva Apuana Livorno – Conad Lamezia 3-0 (25-19, 25-20, 25-20)

Comunicato stampa:

ACQUA FONTEVIVA APUANA LIVORNO: Jovanovic 3, De Santis 6, Miscione 1, Maccarone 8, Wojcik 8, Zonca 15, Pochini libero. Grieco, Briglia.

Non entrati: Liglisci, Minuti, Facchini, Bacci lib.

Allenatore: Paolo Montagnani

Ace: 1, battute sbagliate: 14, muri: 8, Ricezione: pos. 49%, perf.24% Attacco: 50%

CONAD LAMEZIA: Negron 5, Bigarelli 4, Usai 4, Bizzotto 4, Szewczyk 5, Fantini 14, Zito libero, Bruno 1, Butera, Alfieri, Aprile 1.

Non entrati: Di Fino, De Santis libero.

Allenatore: Vincenzo Nacci

Ace: 2, battute sbagliate: 16, muri: 4, Ricezione: pos.55%, perf. 34% Attacco: 43%

Arbitri: Rossella Piana di Modena e Marco Laghi di Ravenna – Addetto video check Federica Celotti

Spettatori 260, incasso 1860 euro.

esordio della Conad Lamezia a Livorno-LameziaTermeit
Acqua Fonteviva Apuana Livorno – Conad Lamezia

L’esordio in A2 non è felice per la Conad Lamezia. La squadra di coach Vincenzo Nacci cede, seppure con l’onore delle armi, in casa della Acqua Fonteviva Apuana Livorno. 3-0 il risultato finale per i toscani.

Per la prima storica in serie A Nacci si affida a Negron e Bigarelli sulla diagonale palleggiatore-opposto, in banda ci sono Fantini e Szewczyk ormai recuperato dopo il fastidio muscolare accusato durante la preparazione, al centro giocano Usai e Bizzotto il libero è Zito. Dall’altra parte della rete la squadra di Montagnani risponde con Jovanovic-De Santis sulla diagonale principale, Wojcik e Zonza in banda, Maccarone e Miscione al centro, Pochini libero.

La partenza dei ragazzi di Nacci è buona. Testa bassa e pochi pochissimi errori consentono ai giallorossi di portarsi avanti di 4 punti 12-16. Montagnani richiama i suoi in panchina, li rimtette in riga e la musica cambia. Un break di 11-2 per i padroni di casa ribalta il risultato fino al 23-18 e a questo punto è Nacci a correre ai ripari con un time out (poco prima aveva richiamato in panchina Szewczyk e fatto spazio a Buno). Il set è ormai compromesso e lo fanno loro i padroni di casa con il punteggio di 25-19.

Si riparte punto a punto nel secondo parziale, in avvio del quale i giallorossi avrebbero potuto fare molto male agli avversari se solo avessero chiuso a loro favore i tanti contrattacchi avuti a disposizione. Non le fallisce invece Livorno che riesce così a portarsi avanti 15-12 e ad allungare ancora complici gli errori, tanti in questa fase, dei lametini (24-19). Il set lo porta a casa Livorno con il punteggio di 25-20.

Una variazione in campo all’inizio del terzo set, c’è Bruno e non Szewczyk. Si viaggia sempre sul filo dell’equilibrio fino al break che Livorno piazza a metà set, passando dal 9-10 al 13-10, gap che aumenta ancora poco dopo fino al +6 (18-12).  Nonostante la Conad riesca a recuperare due lunghezze non colma il divario e la gara finisce dopo soli 3 set, ultimo parziale (25-20).

Articoli Correlati

festa della liberazione

Collettiva Tonne libere: è 25 aprile tutti i giorni!

11 aprile 1944 Ai miei cari figli, quando voi potrete forse leggere questo doloroso foglio, miei cari e amati figli,

Read More...
Tragedia del Raganello, il dolore di Oliverio

Il presidente Oliverio celebra il 25 aprile a Tarsia

Questa mattina il presidente della Regione Mario Oliverio parteciperà a Tarsia, all’ex Campo di internamento di Ferramonti, alla ricorrenza

Read More...
Catanzaro. Incidente stradale a Santa Maria, due feriti

Catanzaro. Incidente stradale a Santa Maria, due feriti

Di due persone ferite è il bilancio dell'incidente stradale avvenuto poco prima delle 10.00 di questa mattina nel centro

Read More...

Mobile Sliding Menu