LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Falerna. La presentazione di “Storie da bere. L’alcool uno sconosciuto sulla bocca di tutti”

2 min read

Nel salone del Riva Restaurant & Lounge bar a Falerna Marina, è stato presentato il primo libro di Francesca Mannis  “Storie da bere. L’alcol: uno sconosciuto sulla bocca di tutti” edito da Link Edizioni

Oltre all’autrice, presenti Pasquale Allegro (Link edizioni), Michele Di Carlo (gustosofo) e il sindaco di Falerna Daniele Menniti. A moderare l’incontro il giornalista Paolo Giura.

Con la timidezza che non ci si aspetta da un’artista del bere e giovane ‘barlady’, Francesca Mannis è una creativa a tutto tondo, estrosa con i cocktails quanto con la scrittura.

La sua prima opera, “Storie da bere. L’alcol: uno sconosciuto sulla bocca di tutti”, è una vera e propria immersione tra i sapori e la storia di ciò che amiamo consumare nei nostri calici e dietro al bancone.

Non un ricettario né un saggio storico o un manuale – ha precisato l’editor della casa editrice Link Edizioni Pasquale Allegro – è per questo che abbiamo scelto di pubblicarlo: non è un libro per addetti al settore, raccoglie molte curiosità sui liquori, su come sono nati e sul rapporto che con essi hanno avuto alcuni personaggi famosi. Non mancano certamente foto e ricette di cocktails per gli appassionati. E’ un viaggio tutto da gustare“.

Francesca Mannis, oggi food and wine consultant di rilievo e co-titolare del Lounge Bar Riva, ha negli anni collezionato premi e riconoscimenti, e creato una linea di cocktail d’autore. La sua sensibilità creativa ha trovato, tramite l’espediente narrativo, il modo migliore per completare la sua necessità di esprimersi, quasi a voler svelare e dimostrare la complessità di mondi e conoscenze che si cela dietro ogni bicchiere, dietro un singolo ingrediente, dietro la destrezza di ciascun barman.

La prefazione è stata curata del gustosofo Michele Di Carlo e ha visto il contributo di Bruno Vanzan, Dario Comini e Giorgio Fadda.

Il ricavato delle vendite sarà devoluto in beneficenza all’associazione Italia Solidale che si occupa della tutela di bambini in difficoltà nel mondo.

Maria Francesca Gentile