“Fatti di Musica”, partita prevendita biglietti per il concerto di Noa e la sua band

In Eventi&Cultura On
- Updated

Il concerto sarà il 6 aprile al Teatro Rendano di Cosenza

È partita ufficialmente la prevendita dei biglietti per il concerto di  Noa e la sua band, prima tappa in Italia del suo nuovo tour. La cantante israeliana sarà inoltre premiata per il suo impegno sul tema del rispetto dei diritti umani.

Noa

Comunicato stampa:

Partita la vendita dei biglietti per l’atteso concerto di Noa con il chitarrista Gil Dor e la sua band nella magica cornice del Teatro Rendano di Cosenza  del prossimo 6 aprile alle ore 21.00.

L’evento inaugurerà un nuovo progetto dedicato a figure che si sono distinte sul tema del rispetto dei diritti umani e farà parte della trentaduesima edizione di “Fatti di Musica”, il festival del miglior live d’autore nazionale e internazionale ideato e diretto da Ruggero Pegna, con la collaborazione e il Patrocinio dell’Assessorato comunale alla Comunicazione presieduto da Rosaria Succurro.

I biglietti per assistere all’evento sono disponibili in tutti i punti Ticketone e online ai siti www.ticketone.it e www.ruggeropegna.it (prezzi, compreso diretta di prevendita: platea € 40, palchi platea € 35, palchi primo ordine € 30, palchi secondo ordine € 25, loggione € 20).  Previsto anche uno sconto del 10% sui prezzi dei biglietti di ciascun settore per associazioni e gruppi di almeno venti persone, esclusivamente con prenotazione al numero telefonico 0968441888.

Alla star israeliana sarà consegnato un riconoscimento realizzato dal maestro orafo crotonese Gerardo Sacco, che diventerà il simbolo del nuovo progetto speciale che unisce grande musica e impegno sociale, dedicato al tema del rispetto dei diritti umani e in particolare delle donne, condiviso dall’assessore Succurro.

A momenti dovrebbe essere confermata anche la visita dell’artista israeliana a Ferramonti di Tarsia, dove nacque il primo e più grande campo di internamento per ebrei stranieri d’Italia, in cui transitarono circa quattromila cittadini ebrei.

L’evento cosentino sarà il primo di tre concerti italiani dopo la sua esibizione dei giorni scorsi al Quirinale invitata dal Presidente Mattarella in occasione della celebrazione del Giorno della Memoria.

In ricordo delle vittime dell’Olocausto, Noa (Achinoam Nini) ha emozionato tutti eseguendo due tra i suoi brani più noti: “Little Star“, in cui tocca il tema della Shoah e la celebre “La vita è bella”.

Attualmente impegnata in un tour mondiale, Noa arriverà a Cosenza da due tappe in Francia (Cannes e Istres). Dopo la parentesi italiana, il tour proseguirà a Taiwan. Sarà accompagnata sul palcoscenico del Teatro Rendano dalla sua band di eccezionali musicisti, Gil Dor alla chitarra, Gadi Seri alle percussioni e Adam Ben Ezra al contrabasso.

Tra i suoi successi discografici anche un album dedicato alla grande canzone napoletana, da “Era de maggio” a “Torna a Surriento”, l’hit “Beautiful that way”, sulla colonna sonora de “la vita è bella” di Benigni e l’ultimo “Love Medicine”, al quale hanno collaborato altre stelle mondiali come Pat Metheny, Joaquin Sabina e Gilberto Gil.

La trentaduesima edizione di “Fatti di Musica”, che partirà il 24 marzo dal Garden di Rende con l’unico concerto in Calabria di Levante e proseguirà con Noa il 6 aprile al Rendano e il Musical “Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo” nei giorni 8,9,10 giugno allo Stadio San Vito di Cosenza, fa parte della fascia A di grandi Festival Internazionali riconosciuti da Regione Calabria e Comunità Europea, nel quadro dell’ Avviso pubblico per la Valorizzazione del Sistema dei Beni Culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria.

“Il concerto di Noa – ha sottolineato Ruggero Pegna – è uno dei più belli del panorama mondiale, per la sua voce, per l’atmosfera speciale che sa creare e per la bravura dei suoi musicisti. Circa due ore di concerto con una scaletta che spazia nella sua ricca discografia, con brani in varie lingue e suoni stupefacenti, regalando emozioni uniche. L’Ave Maria conclusiva di ogni suo concerto è una perla impareggiabile che lascia il pubblico senza fiato!”.

Articoli Correlati

Lamezia. Evento della protezione civile "conoscere il terremoto per difendersi"

Lamezia. Evento della protezione civile “conoscere il terremoto per difendersi”

Il Chiostro Caffè Letterario e l’Associazione di volontariato di Protezione Civile Radio Club Lamezia C.B. organizzano un incontro pubblico

Read More...
Panedigrano: insensato attuare il Piano Strutturale Comunale

Lamezia. Panedigrano: la giunta Mascaro sarà giudicata dal suo operato

Sarà lecito essere fuori dal coro? (altro…)

Read More...
giudice gratteri

Gratteri: importante testimonianza figli e donne dei capimafia

Appello al Parlamento europeo: si occupi dell'espansione delle mafie (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu