LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



L’F.C. Lamezia Terme crolla in casa con l’Acireale

2 min read

Lo Stadio Guido D’Ippolito apre le porte all’Acireale per la quindicesima giornata di campionato, nella quale il Lamezia Terme dopo i due pareggi con la Cavese e il Cittanova, non ritrova la vittoria ma cede il passo per 3-1 all’Acireale

Il Lamezia scende in campo con un 4-2-3-1 mentre l’Acireale si schiera con un 3-5-2. Dopo 11′ dal fischio d’inizio, l’Acireale si rende immediatamente pericoloso su un calcio di punizione: Russo si incarica della battuta dai 22 metri ma la palla finisce sul fondo. Al 15′ Bollino dall’estremità sinistra, dopo un uno-due con Tipaldi, serve Umbaca che tenta il colpo di testa ma manca la conclusione. Dopo 1′ cross all’indietro di Piccioni per Savarola che a tu per tu con Lai, non sfrutta l’occasione e spedisce la palla sul fondo. Al 22′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Russo serve palla al centro dell’area di rigore, Garretto insacca di testa e sigla la rete del vantaggio. Al 31′ i gialloblu tentano di accorciare le distanze: cross di Maimone per Umbaca che tenta l’assist ma la difesa amaranto è abile a respingere. Al 39′ i ragazzi di mister Lio sprecano l’occasione per pareggiare i conti: Miliziano dall’estremità destra dà palla a Bollino che ci prova di testa ma D’Alterio si fa trovare pronto e blocca la palla. Al 45′ calcio di punizione per la compagine amaranto: Russo alla battuta serve Savanarola che con un colpo di testa spedisce la palla al di sopra della traversa. Si va al riposo sul risultato di 1-0.

Nella ripresa un Lamezia offensivo cerca di accorciare le distanze ma la squadra amaranto non concede spazio e occasioni. Al 19′ errore cruciale di Miceli: fallo in area di rigore su Todisco ed espulsione per somma di ammonizioni che permette all’Acireale di guadagnare un calcio di rigore. Piccioni non sbaglia il tiro dagli undici metri e firma il raddoppio. La partita fin ora equilibrata, cambia volto e un Acireale sempre più fiducioso, al 22′ trova il triplete con Piccioni. Al 29′ arriva la tanto attesa reazione dei ragazzi di mister Lio: Rusescu serve Provazza, che in solitaria si invola nell’area di rigore e trafigge D’Alterio, siglando la rete del 3-1. La tensione è palpabile, tant’è che al 39′ mister Lio deve fare a meno di Maimone, espulso per somma di ammonizioni. Un Lamezia Terme che si ritrova non solo in svantaggio ma anche in inferiorità numerica, non riuscendo ad accorciare le distanze.

 

La prossima giornata vedrà i gialloblu impegnati in casa del Trapani.

Lamezia: Lai, Miliziano (Sirignano 26’st), Miceli, Camilleri, Tipaldi, Maimone, Tringali (Bezzon 11’st), Da Dalt (Herrera 16′ st), Umbaca (Corapi 5’st), Rusescu, Bollino (Provazza 26’st). A disp: Gentile,  Bernardi, Haberkon,  Amendola. All. Lio T.

Acireale: D’Alterio, Todisco, De Pace, Savanarola, Cristiani, Cannino, Piccioni, Russo, Cadili, Garretto(Correnti 23’st), Tuminelli (Brumat 35’st). A disp: Ruggiero, De Souza Santos, Ortolini, Correnti, Cesarano, Esposito, Giordano, Cottone, Brumat. All. De Sanzo F.

Copyright © All rights reserved.
Click to Hide Advanced Floating Content

Mara Desideri