LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Al via i festeggiamenti per il trentennale del liceo linguistico al Campanella

2 min read
Con il simbolico “taglio della torta” e il primo open day dell’istituto, al via i festeggiamenti per il trentennale del liceo linguistico all’istituto “Tommaso Campanella” di Lamezia Terme

A gennaio incontro con Schmitt dell’ambasciata tedesca

Con il simbolico “taglio della torta” e il primo open day dell’istituto, al via i festeggiamenti per il trentennale del liceo linguistico all’istituto “Tommaso Campanella” di Lamezia Terme diretto da Giovanni Martello.

Nell’anno scolastico 1989-90, l’allora istituto magistrale di Lamezia colse al volo l’opportunità di avviare la sperimentazione del liceo linguistico introdotta dal cosiddetto “progetto Brocca”, che poi le successive riforme della scuola hanno trasformato in un indirizzo liceale statale nazionale. Un progetto innovativo, quella della scuola lametina, che trent’anni fa ha dato alla città il primo liceo linguistico statale e uno dei primi della provincia di Catanzaro.

Un’offerta formativa che si è ampliata negli anni ed ha colto le sfide più innovative: il liceo linguistico lametino, tra i migliori in Calabria secondo le ultime classifiche della Fondazione Agnelli, negli anni ha introdotto lo spagnolo oltre a inglese, francese e tedesco per quanto riguarda l’insegnamento delle lingue straniere; le sezioni di Esabac, che consentono agli studenti di conseguire, con un unico esame di stato, il diploma italiano e francese; certificazioni linguistiche e sede del Goethe Institut; nuovi corsi in attivazione per le “nuove lingue” sempre più importanti nel contesto lavorativo europeo, come il russo e il cinese.

Tema della giornata, organizzata dalle docenti del dipartimento lingue e coordinata dalla docente Licia Di Salvo, “infiniti linguaggi dell’universo”, con l’obiettivo di valorizzare le lingue straniere insieme al linguaggio della musica e della danza, grazie alla collaborazione con gli studenti del liceo musicale del il liceo coreutico,  entrambi indirizzi liceali dell’istituto. Dopo il concerto dell’orchestra del liceo Campanella diretta dai maestri Diego Apa, Daniele Augruso e Antonio Regolo, con arrangiamenti a cura di Giovanni Mazzucca e Diego Apa, gli studenti del primo e secondo anno del coreutico hanno dato vita a una performance di danza spaziando dalla musica di Mozart e Beethoven a quella moderna di Astor Piazzolla.

Il dirigente Giovanni Martello ha parlato di “un trentennale che ci rafforza e ci motiva sempre più ad andare avanti in un’attività di formazione che da anni contraddistingue la nostra scuola, che offre agli studenti gli strumenti formativi per muoversi in un contesto europeo”; il sindaco Paolo Mascaro ha espresso apprezzamento per “una realtà scolastica viva e piena di fermenti positivi, che da sempre dà un impulso significativo alla crescita culturale del nostro territorio”. Presente il dirigente dell’istituto comprensivo Ardito-Don Bosco Lorenzo Benincasa. Per tutta la giornata, al Campanella si è svolto il primo open day dell’istituto, con i laboratori delle diverse materie per presentare alle famiglie l’offerta formativa dei cinque indirizzi liceali.

I festeggiamenti per il trentennale proseguiranno per tutto l’anno scolastico 2019-20. Il prossimo 8 gennaio sarà ospite del liceo Campanella Alexander Schmitt, capo ufficio Traduzioni ed Interpretariato dell’Ambasciata tedesca a Roma, consigliere con delega per la regione Calabria.