Festival delle erranze e della filoxenia: pronta la seconda edizione

In Eventi&Cultura On
- Updated

Tutto pronto per la seconda edizione del Festival delle erranze e della filoxenia

Il 19 maggio alle ore 18.30 sarà presentata, presso i locali dell’Ecomuseo luogo della memoria di Lamezia Terme-Sambiase, la 2° edizione del Festival delle erranze e della filoxenia – promosso dall’associazione Animula, dall’associazione Gedeone e Santi 40 Martiri, dall’associazione Conflenti Trekking e dalla Cooperativa Orso, dalla Pro Loco Motta Santa Lucia, dalla Pro Loco Platania e dalla Pro Loco Serrastretta – che partirà da Serrastretta (CZ) il 30 giugno, proseguirà a Conflenti/Martirano Lombardo il 7 luglio, a Lamezia Terme (CZ) il 14 luglio, a Carlopoli (CZ) il 30 luglio, a Platania (CZ) il 2-3-4 agosto per concludersi a Motta Santa Lucia il 17 agosto.

A illustrare l’iniziativa – alla quale è possibile partecipare gratuitamente aderendo a una o più tappe – saranno l’ideatore de festival l’avv. Francesco Bevilacqua, i rappresentanti delle associazioni promotrici e gli amministratori dei Comuni che verranno interessati dal Festival, testimoniando il lavoro di rete che si è compiuto in questi mesi al fine di rendere questo evento fruibile come “prodotto turistico” in maniera continuativa.

L’idea del festival nasce dall’esigenza di creare un momento comunitario e comprensoriale di riscoperta dell’identità dei luoghi, della cultura locale, delle bellezze naturali, in un’ottica di rigenerazione dei paesi che gradualmente si spopolano. La differenza rispetto ad altri festival è che questa appunto è la prima esperienza di tipo comprensoriale, che vuole unire tutti i paesi che gravitano nell’area del Reventino.

Il Festival delle erranze e della filoxenia è una manifestazione che rende tutti i soggetti coinvolti consapevoli di far parte di un medesimo paesaggio che, proprio grazie agli erranti, ritorna a vivere. Riscoprire la bellezza della sosta, della lentezza, del silenzio, di un complesso e faticoso raccoglimento, di quei luoghi con i quali i nostri avi hanno sancito il rapporto tra la natura e l’uomo.

Un festival di tale matrice doveva necessariamente nascere e tenersi in uno “spazio ben definito” per recuperare il senso della storia e della bellezza, trasmettere vibrazioni di vita e offrire opportunità di convivialità, di interesse culturale e naturalistico. Proprio per questo la scelta non poteva non cadere sui borghi dell’area del Reventino.

Il festival è dunque un evento promozionale del patrimonio storico, culturale, naturalistico ed enogastronomico del territorio, ma anche un percorso che consentirà di esplorare bellezze paesaggistiche, naturalistiche, storiche e monumentali dei comuni attraversati.

Il programma (suscettibile di piccole variazioni) prevede una serie di tappe con assistenza e guide e numerosi benefit tra cui il “certificato di passaggio”, il servizio di navetta e tante degustazioni, visite guidate e momenti di intrattenimento.

Sul sito www.festivalerranzefiloxenia.it o attraverso le pagine Facebook e Istagram a breve sarà possibile organizzare il proprio viaggio, consultando le mappe degli itinerari e il calendario degli eventi, a seconda del periodo che ognuno avrà a disposizione per le proprie vacanze.

Articoli Correlati

Lamezia. Schiaffi e insulti agli alunni: i Carabinieri arrestano insegnante

Atteggiamenti “scomposti”. Sono stati definiti inizialmente così, da alcuni genitori, i comportamenti di un insegnante nei confronti dei piccoli

Read More...
Diocesi di Lamezia: speso più di tutti per restaurare le chiese negli ultimi dieci anni

Vicinanza della Chiesa lametina alle vittime e alle famiglie

Siamo costernati e indignati per la vicenda che ha riguardato un insegnante di religione di una scuola della nostra

Read More...
pier nicola dadone

Crotone. Cambio al vertice al Comando dei Vigili del Fuoco

Con provvedimento del Ministero dell’Interno del 7 maggio u.s. l’ing. Antonino Casella, 1° Dirigente del Corpo Nazionale dei Vigili

Read More...

Mobile Sliding Menu