Fibrosi cistica Calabria, sit in di protesta dei pazienti: un solo medico per circa 140 pazienti

In Attualità On

Sit-in di protesta dell’associazione Respirando la Vita davanti all’ospedale di Lamezia Terme.


Fibrosi cistica CalabriaComunicato Stampa
La mattina del 31 gennaio, pazienti affetti da fibrosi cistica e familiari hanno protestato per ribadire quanto chiedono da anni: medici e fisioterapisti respiratori stabili ed esperti di fibrosi cistica.
Da quanto risulta, da oggi, nell’unico centro regionale di cura, ci sarà un solo medico (il responsabile) per circa 140 pazienti: in che modo saranno garantite le visite e i ricoveri?
I pazienti sono allarmati. Già da luglio hanno vissuto dei gravi disagi per la mancanza del fisioterapista respiratorio, tanto che alcuni genitori sono stati costretti a portare i loro bambini piccoli nel centro più vicino: quello di Messima.
Da circa un anno manca il pediatra, oggi è terminato l’incarico delle due pneumologhe. Perciò, i pazienti si sono dovuti fare carico di questi ulteriori problemi. Al sit-in sono stati presenti anche Cittadinanza Attiva e l’associazione Malattie Croniche.
Intanto, con un messaggio informale, il dottore Giuseppe Perri, direttore generale dell’ASP di Catanzaro, ha fatto sapere che manderanno un pediatra, un fisioterapista e uno pneumologo, selezionati da graduatorie generiche.
Dunque, se il nuovo personale dovrà essere formato nella fibrosi cistica, nel frattempo chi curerà i pazienti? La patologia è grave: i pazienti non hanno tempo da perdere e non possono fare le cavie della burocrazia.
A 4 anni dal trasferimento del centro nell’ospedale di Lamezia Terme, si avvera, dunque, quanto l’associazione temeva da tempo: i livelli essenziali di assistenza non sono garantiti.
A quanto pare, la soluzione prospettata è quella di ricominciare daccapo, mentre negli anni scorsi, con soldi pubblici, sono stati formati medici e fisioterapista respiratorio che poi sono andati via, dunque c’è stato anche uno spreco economico.
Secondo gli standard di cura europei, l’organico strutturato dovrebbe essere composto da 2 pediatri, 2 fisioterapisti respiratori e 2 pneumologi, esperti di fibrosi cistica.
Secondo la legge 548 del 1993 (disposizioni per la prevenzione e la cura della fibrosi cistica), “le regioni istituiscono, a livello ospedaliero o universitario, un centro regionale specializzato di riferimento”.
Ma se non ci sono medici e fisioterapisti esperti, che funzione ha un tale centro?

Articoli Correlati

Conferenza Stampa Premio Letterario Nautilus II Edizione

Erano presenti anche il sindaco Paolo Mascaro e gli assessori Giorgia Gargano (Cultura) e Luisa Vaccaro (Sport e Spettacoli)

Read More...

Eccellenza. Dilaga la Vigor Lamezia 1919, pareggio per il Sambiase

La Vigor Lamezia Calcio 1919 mette a segno una cinquina contro il Trebisacce, Sambiase acciuffato al 93' (altro…)

Read More...
Vigor Lamezia 1919 sul Trebisacce

Primi tempi. 3-0 della Vigor Lamezia 1919 sul Trebisacce, pareggia il Sambiase (Video)

Dopo una prima mezz'ora non entusiasmante, la Vigor Lamezia Calcio 1919 cala il tris in meno di 10 minuti

Read More...

Mobile Sliding Menu