LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Franceschiello, per modo di dire!

2 min read
Franceschiello, per modo di dire!

«Pari l’esercitu ᾿i Fhrancischìallu!» (sembra l’esercito di Franceschiello!): si dice così di un esercito privo di mezzi e male organizzato, oppure di un’istituzione o un’impresa male in arnese

L’espressione deriva dalla diffusa ma errata credenza che le milizie dell’ultimo monarca blasonato, cioè di Francesco II di Borbone, siano state male attrezzate.

Al riguardo lo spetteguless è assai colorito: l’aneddoto più noto è quello relativo a “facite ammuina” (fate confusione), prescrizione data dagli ufficiali alle truppe per dare l’impressione di alacre operosità. Oppure come quello che evidenzia l’estrema ottusità dei fanti napoletani al punto di non saper distinguere i versi di direzione, ragion per cui, dovendo manovrarsi bene nelle esercitazioni, sarebbero stati appuntati al braccio destro un nastro con fiocchetto rosso e a quello sinistro un altro con fiocchetto blu.

Erano fanti o infanti da sala parto, booh! Invece di dare l’ordine “di fianco destro” o “fianco sinistro”, che altrimenti non avrebbero compreso, i militari graduati avrebbero gridato “fiucchetiello russo” o “fiucchettiello blu”!

Un’altra curiosità: pare che Franceschiello portasse male, avete capito, insomma, senza farla lunga! Una pasquinata molto popolare dice più o meno così: «Cicciu nasciu, sua matri pirìu, Cicciu si spusau, suo patri cripau».

A farla breve: alla nascita morì di parto sua madre Maria Cristina di Savoia; il giorno del suo matrimonio cadde fatalmente dal calesse persino suo padre Ferdinando secondo. Se a ciò aggiungiamo che il nostro reuccio fa addirittura capitolare la dinastia borbonica, probabilmente saremmo tentati di dire che portasse un po’ di sfiga, con licenza d’autore (ops di professore!).

Per la serie: «non è vero ma ci credo» (Luciano de Crescenzo). Prima di concludere, bypassando un tantino oltre, per tangenziale, quasi, ho l’amarezza di partecipare una oggettiva constatazione di fronte ad una situazione assai generalizzata che si coglie, oramai, in tutta Italia: giunti in fase 2, Corona dicendo, siamo veramente fuori fase da Nord a Sud.

In giro ci si è precipitati con assoluta nonchalance: non so se è il caso di chiosare che abbiamo in campo un esercito di Franceschiello o un’armata Brancaleone. Fate voi: alle invasioni, mi sa, stanno seguendo non poche evasioni barbariche.

Tutte in divenire, nella legge di Eraclito!

Prof. Francesco Polopoli