Il governatore Oliverio anche oggi alla protesta degli Lsu – lpu

In Politica On
governatore oliverio protesta lsu lpu

Lamezia Terme. Ho apprezzato le parole del ministro Lezzi, ora aspetto che, conseguentemente a questi impegni, ci siano atti formali per tranquillizzare i lavoratori

Lo ha detto il presidente della Regione, Mario Oliverio, arrivato nel piazzale della stazione ferroviaria di Lamezia Terme (Catanzaro), dove gli ex Lsu-Lpu stanno manifestando per la loro stabilizzazione.

“La situazione – ha detto Oliverio – dev’essere sbloccata, non ci sono alternative. Il governo deve dare una risposta e assumere un impegno. Questa mattina ho sentito il ministro Barbara Lezzi, che è qui in Calabria per una visita programmata da tempo, e so che il ministro ha incontrato i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, che le hanno prospettato le stesse mie considerazioni. Il ministro – ha sostenuto il governatore – ha dichiarato la disponibilità ad affrontare il problema, e io le ho chiesto un atto formale, da inviare alla presidenza della Regione o alla prefettura di Catanzaro, con il quale ci dà rassicurazioni. Ho apprezzato le parole del ministro Lezzi, ora aspetto che, conseguentemente a questi impegni, ci siano atti formali per tranquillizzare i lavoratori”.

Secondo Oliverio “l’iniziativa dei lavoratori è stata importante ed è importante e soprattutto è utile, qui non è una passerella, perché ci sono uomini e donne preoccupati per il loro futuro occupazionale e personale e sindaci preoccupati per la prosecuzione di servizi essenziali per i propri cittadini”.

Redazione

Articoli Correlati

Carabinieri Cosenza

Campana (CS). Trovato morto allevatore, ipotesi delitto

Vittima potrebbe essere stata colpita con un corpo contundente (altro…)

Read More...
A Lamezia tappa del Workshop “Nessuno Escluso”

A Lamezia tappa del Workshop “Nessuno Escluso”

Nel pomeriggio di giorno 18 novembre presso la palestra Esprit si è svolta una tappa del progetto “Nessuno Escluso”

Read More...
Guardia di Finanza Reggio Calabria

Reggio Calabria. ‘Ndrangheta, sequestro beni da 200 milioni di euro

Riconducibili a 4 imprenditori contigui alle cosche più importanti (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu