LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Guarascio, passeggiata nel quartiere Bella e assemblea partecipata a Fronti

3 min read
Guarascio, passeggiata nel quartiere Bella e assemblea partecipata a Fronti

Tante le tappe del tour fra i quartieri della città, da parte del candidato a sindaco Eugenio Guarascio insieme ai consiglieri della “Lista Guarascio Sindaco” e del Partito democratico

Comunicato Stampa

Strade dissestate, abbandono e mancanza di spazi per iniziative culturali e sociali, sono stati solo alcuni dei disagi manifestati dai residenti di piazza  Roma e dei vicoli di uno dei quartieri più suggestivi della città di Lamezia Terme. I cittadini hanno lanciato un forte appello a Guarascio affinché possa impegnarsi a fondo per rilanciare Bella.

“Questa è un’altra delle zone – ha detto il candidato a sindaco – che nel mio programma intendo rivitalizzare per rendere possibile uno sviluppo armonioso di tutta la città. Abbiano bisogno di rendere protagonisti tutti i quartieri perché Lamezia è una, e bisogna riscoprire quel senso di appartenenza che si è perso. Dobbiamo riprendere in mano le sorti della nostra città  e non scoraggiarci. Dopo anni di oblio, Lamezia dovrà ritrovare la luce”.

Guarascio, passeggiata nel quartiere Bella e assemblea partecipata a FrontiGuarascio e la sua squadra hanno poi fatto tappa a Fronti. Una comunità reattiva da sempre quella di Fronti, frazione a nord della città di Lamezia, con oltre mille abitanti e dove si è recato il candidato a sindaco, Eugenio Guarascio per incontrare i cittadini.

Un’affollata assemblea alla quale hanno partecipato Tina Mazza e Albino Gigliotti che sono intervenuti a nome di Articolo Uno che appoggia il candidato a sindaco Guarascio, pur non esprimendo alcun candidato. Al dibattito è intervenuto anche Claudio Cavaliere della lista Guarascio Sindaco.

Tina Mazza in apertura ha messo in risalto le peculiarità di Fronti e le conquiste fatte negli anni passati: “dal mantenimento dell’ufficio postale, al campo sportivo, all’arrivo del metano etc”. Nota dolente l’ubicazione della farmacia “che ricade in un bacino che comprende sì Fronti, ma che verrà aperta però a Niola nei pressi de castello Normanno-svevo”.

Per Gigliotti si deve “ritornare alla politica del fare. Quella politica di servizio che questa città ha conosciuto con la Giunta Lo Moro che aveva riportato la legalità in un Ente dove regnavano le clientele. Ora – ha osservato Gigliotti – bisogna riprendere quel cammino e sono certo che con Guarascio sindaco ciò potrà avverarsi”.

Gigliotti ha poi immaginato per Fronti “un Villaggio per anziani, in un contesto che può trasformarsi come luogo attrattivo per il turismo grazie al panorama e alle bellezze naturali che circondano la frazione” chiedendo al nuovo sindaco di intervenire sulla viabilità e sulle carenze che in alcune zone riguardano anche l’assetto idrogeologico. Cavaliere, nel suo intervento, ha definito “Fronti esempio di protagonismo positivo da sempre”.

Quindi, le conclusioni del candidato a sindaco, Eugenio Guarascio che ha parlato di una comunità, quella di Fronti, “organizzata e propositiva, e che sarà un laboratorio permanente anche dopo le elezioni”.

Ha puntato sulla “riorganizzazione della macchina comunale; di cogliere l’opportunità dei finanziamenti europei; di rispetto delle regole” e di un “paesaggio suggestivo che rappresenta per Lamezia una ricchezza immensa. Anche attraverso il nuovo Psc – ha chiuso – avremo modo di intervenire anche qui a Fronti. La mia Amministrazione, se sarò eletto, riserverà grande attenzione a quelle zone da sempre considerate periferie”.

Copyright © All rights reserved.