LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



I benefici e i vantaggi del mangiare stagionale

3 min read

Consumare stagionalmente, come sappiamo, fa bene al pianeta

Inoltre, gli alimenti stagionali, risultano essere, anche, più gustosi, più ricchi di vitamine e migliori per la nostra salute. Seppure sinteticamente, scopriamo quali benefici e quali sono i vantaggi del mangiare stagionale.

Nell’ evidenziare benefici e i vantaggi di una dieta stagionale, non ci si può esimere ricordare di quando una dieta a base di prodotti stagionali possa fare, prima di tutto, bene al pianeta. I prodotti coltivati naturalmente, per chi non lo sapesse, consumano meno energia di quelli coltivati nelle serre e, per di più, richiedono meno fertilizzanti per crescere.

Dunque, come fondamentale bonus, l’alimentazione stagionale che consente di consumare localmente i prodotti, concorre a limitare le emissioni di CO2 che sono legate alle importazioni. Oltre a ciò, il mangiare stagionale fa bene a noi, anche, perché, ingeriamo meno conservanti. Di conseguenza, la nostra dieta risulterà essere notevolmente più varia, oltre che beneficiare delle diverse e numerose vitamine, di cui frutta e verdura di stagione, ne sono piene.

Dato che, in linea generale, l’utilizzo di pesticidi e ridotto al minimo, si potrà, dopo averle ben lavate, consumare, quando è possibile, frutta fresca senza che sia necessario togliere loro la buccia ove, in pratica, viene ad essere contenuto il maggior numero di vitamine e minerali. Tra i numerosi e diversi benefit che si possono godere seguendo un mangiare stagionale, spicca il fatto che gli alimenti hanno avuto tutto il necessario tempo di poter crescere seguendo un proprio ritmo naturale.

Il che li renderà ancor più gustosi, dato che hanno avuto il tempo di sviluppare tutti i loro aromi. Inoltre, frutta e verdura di stagione sono più economiche. Oltre che essere benefico per la propria salute, tra i dinamici buoni motivi per mangiare stagionalmente, troviamo la miglior occasione di poter trovare soddisfatte le nostre esigenze nutrizionali.

D’altra parte, la natura sa, perfettamente, come, durante le varie stagioni, saper soddisfare le diverse esigenze nutrizionali. Ad esempio, in inverno, gli alimenti stagionali sono spesso fonti di carboidrati, vedi patate e via dicendo, il che ci permette di fruire più energia e riscaldarci, anche, grazie, ai loro metodi di preparazione che richiedono la cottura.

Gli alimenti invernali come kiwi e arance, inoltre, sono spesso più ricchi di vitamina C, che è fondamentale per stimolare le nostre difese immunitarie molto impegnate in questo periodo dell’anno.

Al contrario in estate, in una sorta di divertente video poker, frutta e verdura di stagione sono naturalmente più ricche d’acqua, proprio per andare a compensare il rischio di disidratazione legato all’aumento delle temperature.

Difatti, melone, anguria, pomodori, zucchine e altra frutta e verdura di stagione, sono tipiche di questo periodo dell’anno. Altro determinante aspetto, è riscontrabile nel fatto che, il mangiare stagionalmente, ci consente di favorire il cibo locale stagionale. Non per nulla, l’alimentazione stagionale va, spesso, di pari passo con il cibo locale.

Oltre a sostenere l’attività dei produttori locali mangiare locale consente, per di più, di limitare il trasporto di cibo da lontano. Ciò riduce le distanze percorse dal cibo e gli impatti negativi dei trasporti sull’ambiente. Evitando di farlo venire da lontano, il cibo locale stagionale consente di evitare di raccogliere il cibo prima della sua maturità, il che, come è noto, tende ad alterare lo sviluppo dei loro sapori e le benefiche composizioni nutrizionali.

Ultimo, ma non per questo meno importante vantaggio e beneficio, i prodotti stagionali tendono ad essere più economici. Infatti, son meno costosi da produrre e trasportare, dal momento che non ci sono costi di trasporto esorbitanti. Possono, quindi, essere venduti con prezzi più economici. Quindi, andando a concludere, i benefici e i vantaggi del mangiare stagionale sono tanto in termini di benessere e di salute, quanto di ecologia.

Click to Hide Advanced Floating Content