I classici… invece di blaterare

In Attualità, Ultime notizie On
I classici… invece di blaterare

“Tutto ciò che stai per dire, esaminalo prima nell’animo: infatti in molti, la lingua precorre il pensiero. Fa’ conto che due siano le occasioni per parlare: o riguardo alle cose che conosci bene o riguardo alle cose cui è necessario parlare. Solo in questi casi infatti la parola è migliore del silenzio, in tutti gli altri è meglio tacere che parlare”.

(Isocrate, a Demonico 41)

Testo originale: πᾶν ὅ τι ἂν μέλλῃς ἐρεῖν, πρότερον ἐπισκόπει τῇ γνώμῃ: πολλοῖς γὰρ ἡ γλῶττα προτρέχει τῆς διανοίας. δύο ποιοῦ καιροὺς τοῦ λέγειν, ἢ περὶ ὧν οἶσθα σαφῶς, ἢ περὶ ὧν ἀναγκαῖον εἰπεῖν. ἐν τούτοις γὰρ μόνοις ὁ λόγος τῆς σιγῆς κρείττων, ἐν δὲ τοῖς ἄλλοις ἄμεινον σιγᾶν ἢ λέγειν.

Il rischio dietro l’angolo è proprio di “parlare a vanvera”: pertanto, attenzione!

A proposito, per chi non lo sapesse, la vanvera era una guaina, con un serbatoio terminale che aderiva ai glutei delle nobildonne e veniva messa sotto le ampie vesti in uso ai tempi della Serenissima.

Questo permetteva alle dame di espellere i gas aeresolizzati in tutta libertà senza imbarazzo, bastava ogni tanto ritirarsi in qualche calle solitaria e per mezzo di una valvola lasciar fuoriuscire i miasmi.

Quindi, fuor di metafora, o a metafora morta, parlare di pancia, sì, è corretto, perché essere sostenuti dal sentimento è cosa buona e giusta, ma evitare di sbattere inutilmente arietta sui denti , quello sì che è scorretto, perché flatulenza inudibile.

Il “peto” è permissibile solo in lingua latina. Peto a vobis veniam: una sintassi di cortesie!

Prof. Francesco Polopoli

 

Articoli Correlati

Allerta meteo, neve sulla Calabria centro-meridionale

Dalle prime ore di sabato 23 febbraio freddo in Calabria, con venti intensi e neve a quote molto basse

Read More...

Cardinale (Cz): minaccia e picchia il padre, arrestato 20enne

Per il giovane applicato anche il divieto di dimora (altro…)

Read More...
commissariato polizia lamezia terme

Lamezia, movida violenta: ennesima rissa con tre feriti e tre denunciati

LAMEZIA. Il commissariato di pubblica sicurezza, alla guida del dirigente Alessandro Tocco, sta ancora indagando sulla rissa avvenuta ieri

Read More...

Mobile Sliding Menu