Il Gran Galà delle scuole: intervista a Pierpaolo Bonaccurso

In Calabria, Eventi&Cultura, Ultime notizie On
- Updated

gianluca-cuda

“Gran Galà delle Scuole” 2018

Questa mattina è stato presentato ufficialmente nella sala Morabito dell’ITE De Fazio alla presenza degli studenti e dei dirigenti degli Istituti Scolastici  (I.C. Perri-Pitagora, I.C. Sant’Eufemia, I.C. Borrello-Fiorentino) e del Prefetto Alecci, il lavoro e le attività di laboratorio proposte agli studenti lametini, nel progetto annuale di Teatro Ragazzi, il “Gran Galà delle Scuole” 2018 organizzato dalla compagnia teatrale Teatrop, una realtà attiva da oltre quarant’ anni sul territorio lametino.

Abbiamo incontrato il direttore artistico e responsabile dei laboratori, Pierpaolo Bonaccurso.

In cosa consiste il Gran Gala Delle Scuole?
Il Gran Galà delle scuole non è soltanto un evento con degli spettacoli teatrali che vengono fatti dai ragazzi, ma un processo educativo-pedagogico che inizia prima dell’evento finale. Entriamo nelle scuole ad inizio anno per mettere in atto un processo educativo per affrontare le paure e prendere consapevolezza di alcune tecniche.

Il lavoro con le scuole, attraverso i laboratori, é diventato negli anni sempre più importante per il teatrop: come é necessario rapportarsi con gli studenti per riuscire a coinvolgerli e fargli amare il teatro? 

E’ necessario anche per noi rapportarci con queste nuove generazioni; chiaramente siamo noi a modellarci su di loro per creare una connessione ed è importante avere una grande empatia ed essere molto elastici sopratutto per fargli amare il teatro.  Teatro vuol dire anche adattamento a questo mondo così veloce, moderno, tecnologico però sicuramente quei valori di gruppo, il successo di questo, la soddisfazione finale dell’andare in scena e i concorsi nazionali ai quali partecipano sono un aiuto per creare feedback positivi e per vincere le difficoltà che ci impone la quotidianità.

Come scegliete i testi da far rappresentare per gli esiti di fine anno?

Il mio maestro diceva:”prendere dei testi teatrali importanti può essere di aiuto per gli attori per entrare meglio nei personaggi”, ed è quello che facciamo ormai da anni scegliendo Pirandello, Shakespeare e tanti altri.

Nei prossimi giorni si esibiranno vari istituti della città di Lamezia Terme che hanno aderito al progetto Teatro Ragazzi:

  • 15 istituti scolastici
  • 700 alunni
  • 28 spettacoli
  • oltre 1000 spettatori
  • 90 docenti

sono stati creati:

  • 8 spettacoli
  • 8 spettacoli
  • 3 cortometraggi
  • 1 lungometraggio

il metodo pedagogico ha visto i ragazzi impegnati nell’apprendimento di

  • origami e kirigami
  • training teatrale, autostima,ricerca
  • maschera, postura, voce, dizione, canto corale

Teatro Ragazzi ha coinvolto le famiglie in 10 spettacoli gratuiti e il Teatro di Strada ha invaso con 10 eventi speciali le scuole, le piazze e i centri storici.

Valentina Arichetta

Articoli Correlati

Lamezia. Lello Arena al Grandinetti con “Miseria e nobiltà”

Lamezia. Lello Arena al Grandinetti con “Miseria e nobiltà”

Prosegue la rassegna teatrale Vacantiandu che mercoledì 22 gennaio, ore 20.45, al Teatro Grandinetti di Lamezia Terme, ospiterà un

Read More...
Movimento Cristiano Lavoratori

Cristiano Lavoratori: Commissione antimafia ancora una volta fuori tempo massimo

Il senatore Nicola Morra, Presidente della Commissione antimafia, ha dichiarato che giovedì prossimo 23 gennaio alle ore 12 darà

Read More...
Mons. Schillaci celebra messa in occasione della festa di San Sebastiano

Mons. Schillaci celebra messa in occasione della festa di San Sebastiano

Sono stato qui in estate ed oggi sono ritornato. Sono contento perche' c'è un sindaco, una giunta, un consiglio

Read More...

Mobile Sliding Menu