Sab. Mag 30th, 2020

LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

“Il nostro concerto”, la musica che fa bene al cuore

3 min read

Tre concerti, tre location diverse, uguale successo per lo spettacolo musicale  “Il mio concerto” con il M° Antonello Cascone (pianoforte), i soprani  Elena Memoli e Mariacarla Seraponte e la cantante Marianna Corrado.
8 dicembre 2017 Bridge Club di Catanzaro, 9 dicembre Chiesa di S. Maria Assunta a Cleto (CS), 10 dicembre Chiesa Madre a S. Costantino Calabro (VV).
la musica che fa bene al cuore
Gli spettacoli, organizzati dall’Associazione Teatrale “I Vacantusi” di Lamezia Terme in collaborazione con le Amministrazioni comunali di Cleto e di S. Costantino Calabro, sono inseriti nel Progetto Vacantiandu 2017 con la direzione artistica di Diego Ruiz e Nico Morelli e la direzione amministrativa di Walter Vasta e finanziato dalla Regione Calabria nell’ambito dei grandi eventi culturali 2017-2019.
L’evento che si è svolto a Catanzaro è, tuttavia, un fuori programma che l’Associazione lametina ha voluto offrire al Circolo del Bridge accogliendo con entusiasmo l’invito dei coniugi Luigi e Ornella Noto.

Un pubblico attento e partecipe ha seguito le tre serate che hanno proposto il concerto nato da un’idea del M° Antonello Cascone che ha inteso unire tre soprani dal timbro vocale diverso, Le Armonie, per proporre un repertorio di classici napoletani e di evergreen italiani ed internazionali coniugando la melodia della musica leggera italiana con la tecnica vocale dell’opera lirica.
L’assenza del terzo soprano, dovuta ad una leggera indisposizione, è stata felicemente colmata dalla cantante Marianna Corrado, interprete della canzone napoletana già vincitrice del Piedigrotta Festival nel 2008 e del Napoli Festival nel 2016.

Il M° Antonello Cascone, arrangiatore di Andrea Bocelli, compositore, e direttore d’orchestra inizia la sua carriera In RAI nel 1994 partecipando a numerose trasmissioni (I Fatti  vostri, Fantastico  97, Telethon, La vita in diretta) e accompagnando artisti nazionali e internazionali.
Nel 2006 dirige la London Simphony Orchestra. Compone le musiche di diversi lavori teatrali tra cui la commedia “Un  sogno  di  famiglia” scritta, interpretata e diretta da Enrico Montesano.
Collabora con Peppino Di Capri e Katia Ricciarelli. Nel 2014 riceve da Carla Fracci il premio “Napoli Civicrazia” come  eccellenza  campana.
Il nostro concerto
Altrettanto vario il curriculum artistico de Le Armonie che nelle intenzioni del M° Cascone vogliono essere la risposta femminile a Il Volo. Nel 2014 il gruppo duetta a Ischia con Andrea Bocelli al Premio Internazionale “Ugo Calise”.
Si esibisce a Rai 2 nel programma condotto da Giancarlo Magalli “I Fatti Vostri” accompagnato al pianoforte dal M° Cascone e dall’orchestra diretta da Demo Morselli e poi al Teatro San Carlo di Napoli in occasione del premio “Napoli c’è”.
Nel 2015 tiene un concerto al Teatro Totò di Napoli accompagnato da un’orchestra di 25 elementi diretta dal M° Cascone e partecipa al Premio “Penisola Sorrentina” presentato da Pippo Baudo.

Ricco e variegato il repertorio presentato. Dai brani classici della canzone pop-melodica italiana “Il nostro concerto”, “Gita ai castelli”, “Voglio vivere cosi”, “Volare”, “Un amore cosi grande”, “Granada”, “Domenica è sempre domenica” al repertorio della tradizione partenopea “Io te vurria vasà”, “Marechiare”, “Furturella”, “Era de Maggio”, “Voce e notte”, “Indifferentemente”, “Tu si na cosa grande”, “’E spingule francese”, “Simmo e Napuli paisà”, O sole mio” fino alle più popolari canzoni natalizie “Tu scendi dalle stelle”, ”Astro del ciel”, “Bianco Natale” per finire con una toccante “Ave Maria” di Gounod.


Bis graditissimo con la celebre romanza dalla Turandot di Puccini “Nessun dorma”.
Due ore di bella musica eseguita al pianoforte con passione e perizia tecnica dal M° Antonello Cascone tra echi jazz, virate swing  e sonorità latino-americane e tre superbe voci, potenti e calde quelle di Elena Memoli e Mariacarla Seraponte capaci di passare in un “la” dal virtuosismo più audace al sussurro, rigorosa e sensibile quella di Marianna Corrado.
Musica che fa bene al cuore e tre voci che hanno saputo regalare nostalgia, sorrisi ed emozioni.

Applausi e standing ovation finale.

Giovanna Villella

[foto di scena Ennio Stranieri]