Trebisacce. Mundo: Bilancio positivo per Pon Inclusione

In Attualità, Calabria, Finanza, Politica On
- Updated

Il Progetto Inclusione, coordinato dal comune di Trebisacce e dalla responsabile dell’area socio assistenziale, dott.ssa Carmela Vitale, ha operato incisivamente sul welfare della comunità dell’Alto Ionio, a sostegno di chi vive difficoltà economiche-finanziare

In poco meno di 18 mesi di attività abbiamo raggiunto dei risultati davvero ottimi”. 

A dichiararlo è il sindaco di Trebisacce e presidente del Consulta Regionale per le autonomie locali, Avv. Franco Mundo. 

Attraverso i fondi finanziati dal Ministero degli interni e impegnati per le misure di contrasto alla povertà nell’ ambito del PON INCLUSIONE, il Comune di Trebisacce, come comune capofila, sta sviluppando con successo crescente un’incisiva azione a sostegno delle fasce sociali più deboli, con un bacino di utenza che coinvolge 17 comuni e centinaia di cittadini dell’Alto Ionio. 

Ma non solo.

Un’ équipe costituita  da dieci assistenti sociali, tre psicologi, tre educatori e una mediatrice culturale è espressione di un progetto che si pone come obiettivo il rendere efficaci e concrete le misure di contrasto alla povertà , le procedure di inserimento lavorativo, la lotta all’ evasione scolastica attraverso un’incisiva interazione con le famiglie e un reale supporto psicologico e sociale. 

Il Progetto Inclusione, coordinato dal Comune di Trebisacce e dalla Responsabile dell’Area Socio Assistenziale, Dott.ssa Carmela Vitale,  attraverso il sostegno offerto alle circa 700 famiglie percettrici di REI e del Reddito di cittadinanza, misura che non si limita e non può limitarsi al mero supporto economico, ha operato incisivamente sul welfare della comunità dell’Alto Ionio, a sostegno di chi vive difficoltà economiche-finanziare che hanno fisiologicamente ripercussioni nel contesto socioemotivo dei soggetti. 

La creazione di una rete, delle cui maglie fanno parte il mondo dell’associazionismo, quello religioso e quello scolastico, permette interventi immediati e costanti, finalizzati alla tutela di chi vive momenti di disagio esistenziale e di chi sceglie di rivolgersi al front office dei Servizi sociali territoriali presente presso il Comune di Trebisacce, dove figure professionali specializzate, offrono la propria competenza, vedendosi così riconosciute le competenze sviluppate del corso del proprio percorso formativo. 

Abbiamo investito molto impegno e risorse per lo sviluppo del PON INCLUSIONE, e per mettere a regime il suo funzionamento – ha dichiarato il sindaco Franco Mundoma oggi, facendo un bilancio di ciò che abbiamo costruito, non possiamo che esserne fieri.

In questi tempi di crisi economica, che diventa crisi sociale, non possiamo permetterci di vivere anche una crisi dei valori umani come quelli che ci suggeriscono che non manchi mai un intervento a supporto delle fasce più deboli, di coloro che hanno bisogno di supporto socioassistenziale.

É inoltre fonte di orgoglio aver sostenuto e dato vita ad un progetto che ha permesso a professionisti del settore di mettere a frutto gli anni di studi e di impegno, creando una ricaduta occupazionale importante. Trebisacce lavora e lavorerà sempre per la cura del welfare del territorio, perché gli ultimi sono i primi che dobbiamo supportare”.  

Articoli Correlati

Lamezia. Sindaco emette 5 ordinanze di quarantena per trasgressione

Il sindaco di Lamezia Terme, avv. Paolo Mascaro, ha emesso quest'oggi, martedì 7 aprile, altre 5 ordinanze di quarantena

Read More...

Lamezia. Nuovo caso di Coronavirus: positiva 61enne

Nuovo caso di positività al Coronavirus a Lamezia Terme (altro…)

Read More...
Coldiretti - lameziaterme.it

Coldiretti: Regione apra il cantiere e superi i vincoli burocratici

 “L'agricoltura calabrese, ha bisogno di una robusta iniezione di liquidità. L'emergenza Covid 19, che pure sta confermando il valore

Read More...

Mobile Sliding Menu