Il Teatro a Lamezia Terme con Fare Critica

In Calabria, Eventi&Cultura, Ultime notizie On
- Updated

La critica oggi è bistrattata – un pò come il teatro nella città di Lamezia Terme. il Festival Fare Critica vuole andare in direzione ostinata e contraria e fare resistenza culturale: e prende vita su un piccolo palcoscenico adibito per l’occasione in un luogo pieno di storia, il Chiostro di San Domenico, dando il via a cinque giorni fitti di incontri, proiezioni, spettacoli e musica.

Si inizierà martedì 19 febbraio alle 21 con Daniele Timpano (della compagnia Frosini/Timpano) con lo spettacolo DUX IN SCATOLA.

Nella nostra bella Italia, tra le due guerre, fioriva in Italia uno statista meraviglioso: Benito Mussolini. Facciamo uno sforzo d’immaginazione collettiva: fate conto che sia io. Morto.” Viene presentato così DUX IN SCATOLA (finalista nel 2005 del premio Scenario) dove l’attore si fa interprete -in un gioco di rispecchiamenti e sdoppiamenti di personalità tra un io storico ed un io-io meschinamente (nel buon senso del termine) intimo- dell’autobiografia d’oltretomba di Benito Mussolini.  La scena è vuota: c’è Daniele Timpano con un unico oggetto di scena, una cassa di legno…

Non sveliamo di più e passiamo a mercoledì 20 febbraio alle 21 dove in scena troveremo il regista Saverio Tavano vincitore  da pochi giorni (con il suo Patres) del premio Riccardo Pradella dell’Accademia dei Filodrammatici di Milano: e sul palcoscenico del Chiostro salirà anche in veste di attore con lo spettacolo FORMICHE  insieme all’attore Alessio Bonaffini.

Due uomini si trovano a condividere uno spazio ristretto in un’epoca e in una città sconosciuta a causa di una fine del mondo improvvisa e non ben specificata. La loro alienazione è totale ma non si capisce mai se voluta o forzata, se i due individui si siano legati per paura in un momento di estrema difficoltà in una amicizia di necessità, quando avrebbero, forse, potuto aspettare e vedere cosa facessero gli altri cittadini. Ora si ritrovano in una città invisibile, vuota, senza altri esseri umani. Che fine hanno fatto gli altri? E le formiche?

Protagonista della terza serata di giovedì 21 febbraio alle 21 sarà invece la compagnia Carullo/Minasi, l’ultima, piccola rivoluzione delle scene teatrali italiane (così vengono descritti dall’Associazione Nazionale Critici di Teatro) che porteranno DUE PASSI SONO. Spettacolo vincitore del premio ANCT 2017, del Premio Scenario per Ustica 2011 e Premio In-Box 2012, narrazione semplice nella sua complessità dove due piccoli esseri umani, un uomo e una donna dalle fattezze ridotte, si ritrovano sul grande palco dell’esistenza nascosti nel loro mistero di vita, che li riduce dentro uno spazio sempre più stretto tra poesia e autoironia.

Tre giorni all’insegna del teatro contemporaneo.

Oltre agli spettacoli sono previsti incontri con importanti e noti critici del settore oltre che con autori e attori; il programma completo di Fare Critica Festival 2019 verrà comunicato il 9 febbraio nella conferenza stampa ufficiale.

Restiamo sintonizzati

per info e prenotazioni spettacoli

3922582019

farecriticafestival@libero.it

pagina facebook e instagram Fare Critica Festival

V.A.

Articoli Correlati

ferraro lamezia

Ferraro Lamezia si prepara per la trasferta col Volleyrò

Non sono mancati da più parti gli elogi per la buona partita disputata sabato scorso contro il Modica

Read More...
doppio intervento al grande ospedale metropolitano-LameziaTermeit

Fittante: da cosa nasce la scelta di curarsi fuori regione?

Da giorni imperversa sulla stampa locale e sui social la notizia che la Regione Calabria paga a quelle del

Read More...
ospedale pugliese ciaccio

Puccio (PD): azienda unica ospedaliera risultato da salutare con soddisfazione

L’approvazione da parte della competente Commissione del Consiglio regionale delle proposte di legge unificate per l’integrazione delle aziende sanitarie

Read More...

Mobile Sliding Menu