LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Inagibilità impianti, Fusaro: “Le società sportive giochino nel territorio di Lamezia”

3 min read
commissario fusaro-LameziaTermeit

Oggi al Comune di Lamezia Terme l’incontro tra il commissario Fusaro e le società sportive cittadine

LAMEZIA. “Il Comune si sta prodigando affinché la città abbia le sue strutture e le società sportive giochino nel territorio di Lamezia”. Queste le parole del commissario Fusaro al termine dell’incontro tenutosi oggi al Comune cittadino con le associazioni sportive del comitato Sì allo sport, del presidente FIGC Calabria Saverio Mirarchi e dei parlamentari Furgiuele (Lega) e d’Ippolito (M5S).

Del resto le domande che tutti, da molti mesi a questa parte, si stanno ponendo sono sempre le stesse: perché tutte queste strutture inagibili? Quale sarà la sorte delle società sportive? Gli impianti verranno mai riaperti?

La riunione di oggi potrebbe finalmente aver dato le risposte tanto attese. Un incontro piuttosto lungo (si sono tenute due distinte riunioni) dai toni a volte accesi ma pur sempre civili, che ha visto anche la presenza in corteo di un centinaio di cittadini pronti a sostenere le società sportive.

Forse un po’ pochi rispetto a quelli che sarebbero dovuti essere presenti per far fronte comune dinnanzi al problema della chiusura degli impianti sportivi. Memori di quanto lo sport abbia fatto bene alla città e di come ci abbia reso orgogliosi di essere lametini, conseguendo risultati straordinari e portando in alto il nome di Lamezia.

Gli incontri si sono tenuti distintamente per le diverse esigenze delle società sportive del calcio e gli altri sport che gravitano intorno al palazzetto dello sport. Una divisione che in realtà non si sarebbe dovuta creare, o avrebbe potuto essere evitata, vista la comunione di intenti che unisce le società tutte, quelle stesse società che all’unisono hanno costituito il comitato Sì allo sport ma che oggi hanno rischiato la rottura interna.

Ognuno guarda al proprio orticello? Non è forse – anche –  per questo che la città, a 10 mesi dall’insediamento dei commissari prefettizi, si trova in una situazione a dir poco drammatica?

Pare comunque che la riunione di oggi sia stata, nonostante tutto, più proficua di quanto non ci si aspettasse.

“Per gli stadi Riga, Renda e D’Ippolito il Comune si sta adoperando a che si possa arrivare alla procedura per la fruibilità degli impianti. I lavori sono a buon punto – dichiara ancora Fusaro – , le certificazioni necessarie sono a buon punto; esiste qualche esigenza per quel che riguarda l’accatastamento degli impianti poiché impianti che insistono sul territorio da anni risultano a tutt’oggi non accatastati, e questo aspetto tecnico-giuridico richiede approfondimenti in più. Si sta lavorando a che in questi settori si dia un’accelerata per ridurre i tempi dei procedimenti.

Analogamente per il PalaSparti dove a breve inizieranno i lavori per ripristinare la situazione e avere il rilascio del Certificato prevenzione incendi, e lì potremmo già intravvedere la possibilità di avere la disponibilità del palazzetto e renderlo alla società.

In ogni caso negli incontri odierni, anche con la presenza del presidente FIGC Calabria che le società sportive del gioco calcio lametine hanno voluto portare all’incontro di oggi, sono stati evidenziati aspetti gestionali che ora il Comune deve valutare. Rispetto alle convenzioni, le società stesse formuleranno delle richieste per la gestione.

Gli sforzi che si stanno portando avanti  – conclude il commissario – sono per ridare alla città di Lamezia queste importanti strutture, peraltro anche accolte da favorevoli consensi per la loro struttura ed efficienza”.

V.D.

Click to Hide Advanced Floating Content