LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Insieme si può: per scrivere una nuova pagina della Vigor Lamezia

2 min read

Una conferenza stampa unificata era stata indetta questa mattina dalle due squadre lametine Vigor Lamezia Calcio 1919 e Vigor 1919

Presenti Carmine Sirianni, dirigente della Vigor 1919, Massimo Amendola, presidente della Vigor Lamezia Calcio 1919 e Felice Saladini, imprenditore lametino.

Ad “aprire le danze” è Massimo Amendola, che afferma che insieme ai suoi compagni di avventura ha mantenuto le promesse, ovvero di portare in 2 anni la squadra in Eccellenza,
Quindi ha cercato aiuti esterni, per dare alla società possibilità altrimenti difficili per quelle che erano le forze della società attuale.

Nuccio Sirianni ha fatto un breve excursus sulla breve ma intensa storia della squadra, nata dalla voglia di un gruppo di tifosi di esaudire quella che inizialmente era una pazzia ma che poi ha dimostrato sul campo di poter dire la sua.

Entrambi i dirigenti delle due compagini hanno raccontato il loro primo incontro con Felice Saladini, unica persona che poteva fare da tramite per instaurare un dialogo per il bene del calcio biancoverde.

Saladini, leggermente emozionato afferma: realizzo un sogno per me e spero anche per la mia città. Insieme a Massimo e Nuccio realizziamo insieme qualcosa per Lamezia. L’unione è in questo caso la forza, dobbiamo unire le forze per far crescere la società, la squadra e l’intero territorio.
Voglio portare il nome di Lamezia in giro per l’Italia attraverso lo sport.
Vivendo a Milano, sarà questo un ulteriore stimolo per rientrare a casa nel weekend. Saranno azzerate tutte le cariche, verrà costruita una squadra societaria insieme a persone che vogliono il bene della Vigor e della città. Io sarò il certificatore di tutto quello che accade.
Chiederò a tutti di starmi vicino, dobbiamo con estremo impegno e determinazione far crescere un territorio, dobbiamo dimostrare che a Lamezia siamo in grado di costruire cose a lungo termine.

Dobbiamo costruire, chiosa Saladini, un “modello Lamezia”, modello che si basa sicuramente sulla costruzione di un valido settore giovanile.

Gli obbiettivi della nuova società sono nell’immediato quelli di fare domanda di ripescaggio in serie D.