LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Italexit, assemblea coordinatori territoriali con Paragone Calabria

2 min read

Anche in Calabria, prende corpo e forma il movimento che vuole l’Italia fuori dall’Europa per una nuova sovranità nazionale e monetaria, fuori dalla gabbia di Bruxelles

Comunicato stampa
Si è svolta ieri l’assemblea dei coordinatori provinciali e territoriali di Italexit con Paragone Calabria, presieduta dal coordinatore regionale Massimo Cristiano.
Destra e sinistra in Calabria sono la stessa cosa: emblema di inciuci e sperequazioni. Chi dice che se non decolla il Sud non può decollare l’Italia, è un truffaldino perché se si mantiene lo sbarramento all’8 per cento, le nuove forze che stanno venendo fuori in ambito politico non potranno avere voce e rappresentanza nel consiglio regionale calabrese. Bisogna garantire la democrazia all’interno delle istituzioni.
La scelta di stare in questi mesi al fianco di tutte quelle categorie alle quali hanno vietato inopinatamente di lavorare a fronte di una politica anti-Covid sbagliata ed inefficace, ci ha fatto crescere nelle relazioni sociali e conoscere ad una platea più larga dei soli No€uro.
Porteremo avanti una battaglia per potenziare la medicina territoriale,  depotenziata dalle politiche di austerità, dei tagli alla spesa pubblica e da un commissariamento della sanità calabrese ormai inaccettabile. Negli ultimi 10 anni in Calabria sono stati chiusi 20 ospedali, gravissimo.
Queste alcune considerazioni del senatore Gianluigi Paragone, fondatore e leader di Italexit, che ieri mattina è intervenuto telefonicamente all’assemblea dei rappresentanti calabresi del movimento.
La riunione, presieduta dal coordinatore regionale Massimo Cristiano, ha registrato la presenza dei nuovi coordinatori provinciali e territoriali, un piccolo esercito pronto a radicare Italexit in tutta la regione. Anche in Calabria, dunque, prende corpo e forma il movimento che vuole l’Italia fuori dall’Europa per una nuova sovranità nazionale e monetaria, fuori dalla gabbia di Bruxelles.
Verranno istituiti i dipartimenti tematici: ambiente – acqua pubblica,  sanità,  attività produttive, cultura, turismo, giustizia, lavoro, agricoltura, immigrazione,  politiche sociali, economia.
Sono attivi i circoli nelle città di Lamezia Terme- coordinatore Luigi Villella, Catanzaro-coordinatore Antonio Campo, Rogliano- coordinatore cittadino e provinciale, Cosenza-coordinatore Valerio Ferraiuolo, Rende- coordinatore Domenico Raso, Castrovillari- coordinatore Nicky Ionfrida, Vibo Valentia coordinatore cittadino e provinciale Rocco Stuppia, Taurianova coordinatore cittadino e provinciale Ernesto Marziale,  Palmi coordinatore-Carmelo Iannelli, San Eufemia d’Aspromonte-coordinatore Vincenzo Carbone, Reggio Calabria-coordinatrice Margherita Tripodi.
Presente il coordinatore regionale di Vox Italia- Tony Vivacqua, compagine che entra ufficialmente nei ranghi di Italexit.Nei prossimi giorni comunicheremo l’adesione dei primi amministratori locali.
Click to Hide Advanced Floating Content