LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Italexit Con Paragone Lancia I “No Greenpass Day” 

3 min read
Italexit Con Paragone Lancia I “No Greenpass Day” 

Saremo presenti Sabato 24 luglio dalle ore 17 alle 20 a Lamezia Terme c.so G.Nicotera (area palme), Cosenza piazza 11 settembre, Reggio Calabria c.so Garibaldi, Crotone piazza della Resistenza

Italexit per L’Italia, il partito fondato dal Senatore Gianluigi Paragone che si batte per portare l’Italia fuori dalla gabbia dell’Unione Europea, lancia una campagna su tutto il territorio nazionale per contrastare qualsiasi imposizione obbligatoria del Covid-GreenPass.

Una battaglia che il senatore Paragone da mesi porta avanti in sede Parlamentare e che oggi diventa, grazie al partito, un’azione di massa su tutto il territorio.

Presso i banchetti organizzati dai circoli e dalle sezioni territoriali di Italexit per l’Italia sarà possibile sottoscrivere una petizione popolare, che verrà affiliata ad un corposo ricorso al TAR, è anche rivolta al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio, ai Ministri del Governo, ai Parlamentari della Repubblica.

I cittadini potranno esprimere la loro contrarietà a qualsiasi imposizione obbligatoria del GreenPass  e a qualsiasi subordinazione di diritti e di esercizio di libertà e di facoltà quotidiane al possesso del GreenPass, nonché il proprio sostegno ad ogni azione volta a contrastare tale imposizione.

Qualsiasi provvedimento impositivo del Covid-GreenPass appare pacificamente discriminatorio e volto ad imporre con un “ricatto di Stato” un trattamento sanitario sperimentale e non obbligatorio, come i vaccini attualmente in commercio, tanto più assurdo ed illogico dal momento che i sieri in commercio non sono autorizzati ai fini della prevenzione del contagio, siamo all’ solo all’inizio della lotta, unisciti a noi.Saremo presenti Sabato 24 luglio dalle ore 17 alle 20 a LAMEZIA TERME c.so G.Nicotera(area palme), COSENZA piazza 11 settembre, REGGIO CALABRIA c.so Garibaldi, CROTONE piazza della Resistenza.

______________

Si riporta il testo completo della petizione

OGGETTO: Petizione contro qualsiasi imposizione del Covid-GreenPass.

PREMESSO CHE

– il Governo Italiano intende subordinare obbligatoriamente diritti costituzionali ed universali individuali ed incoercibili come quello alla libertà di circolazione, alla possibilità di accedere a pubblici servizi e, più in generale, gran parte delle attività quotidiane al possesso di un Covid-Green-Pass, rilasciato solo in caso di avvenuta vaccinazione o di effettuazione di un tampone entro 48h precedenti;

– qualsiasi provvedimento in tal senso appare pacificamente discriminatorio e volto ad imporre con un “ricatto di Stato” un trattamento sanitario sperimentale e non obbligatorio, come i vaccini attualmente in commercio;

CONSIDERATO CHE

L’imposizione del GreenPass appare inoltre in contrasto con principi e norme nazionali e sovranazionale riportati, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nei seguenti riferimenti:

Articoli 3, 13, 32, 120 della Costituzione

Articoli 2, 5, 10/1, 21 della Convenzione di Oviedo

Trattato di Norimberga

Articolo 187 del Regolamento T.U.L.P.S. (R.D. 6.5.1940. n° 635)

Considerato l’articolo 610 del Codice Penale

regolamento (UE) 2021/953 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 giugno 2021, Considerando 36)

DECRETO LEGISLATIVO 30 giugno 2003, n.196 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali”

RITENUTO CHE

Qualsiasi imposizione del GreenPass risulta essere priva di presupposti giuridici e di logicità, dal momento che “…i vaccini anti-COVID-19 attualmente disponibili, come riportato nelle rispettive schede tecniche, sono autorizzati per la prevenzione di malattia COVID-19 sintomatica e non per la prevenzione dell’infezione…” (Rapporto Istituto Superiore di Sanità n.4 del 13.03.2021). Per i sieri attualmente somministrati non esiste cioè alcuna indicazione ufficialmente affermata dagli organi preposti alle autorizzazioni all’immissione in commercio che rilevi una protezione dal contagio e, quindi, un carattere solidaristico della vaccinazione. La sottoposizione a vaccinazione si configura perciò come una mera scelta personale senza alcun risvolto riconosciuto o riconoscibili di interesse collettivo di tutela della Salute Pubblica;

Tutto ciò premesso, considerato e ritenuto

ESPRIMONO:

– LA PROPRIA CONTRARIETA’

a qualsiasi imposizione obbligatoria del Covid-GreenPass e a qualsiasi subordinazione di diritti e di esercizio di libertà e di facoltà quotidiane al possesso del GreenPass;

– IL PROPRIO SOSTEGNO

ad ogni azione volta a contrastare tale imposizione.

Click to Hide Advanced Floating Content