Italia Nostra: con questo PSC solo colate di cemento

In Attualità On
- Updated
Italia Nostra - LameziaTermeit

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa dell’organizzazione sul PSC, sulla sua approvazione e sui suoi dettagli

Italia Nostra - LameziaTermeitQuanto accaduto a  Palazzo di città : adottata la delibera che approva le osservazioni al PSC, che consente l’accesso alla commissione urbanistica ed al Consiglio comunale per l’approvazione finale è di una gravità inaudita- In giunta erano presenti il Sindaco e quattro assessori, assenti due assessori che hanno disertato l’importante appuntamento e l’assessore dimesso. Uno dei quattro assessori si è astenuto. In sostanza una delibera che doveva raccogliere otto voti ne ha racimolato meno della metà. Il significato di questo risultato mette in evidenza non soltanto le profonde divisioni all’interno di una maggioranza inesistente ma avviene con una arroganza senza limiti.
Se la maggioranza non riesce a trovare una comune linea di condotta vorrà pure dire qualcosa?Che senso ha poi la presenza in giunta di un assessore che si astiene per permettere che comunque la delibera possa essere adottatta? A quali interessi risponde una tale logica?
E’ un fatto profondamente antidemocratico.Le osservazioni presentate da Italia Nostra,così come tante altre di singoli e associati,non hanno trovato mai un momento di discussione e di confronto.
Abbiamo in tantissimi momenti e luoghi espresso le nostre criticità su un PSC che non risponde alle esigenze della città,che non valorizza nè i beni storici nè quelli artistici e culturali che trascura piazze e bellezze.Che non esprime nessuna propsettiva sulle Terme .Un PSC senza idee e senza anima.Che non tenta di fornire nessuna identità ad una città smarrita e penalizzata.
Un PSC che non si pone il problema dei cinquemila vani sfitti e dei conquemila abusivi.Che,nella sostanza,non riconosce il consumo zero del territorio ma, spinge in una sfrenata invasione di cemento.
La motivazione dell’astensione dell’assessore potrebbe riservare sorprese.

Cosi come l’assenza degli altri assessori in giunta che manifestano una profonda contrarietà.Perchè l’Astorino non spiega il senso dell’astenzione?Perchè non ci spiegano i motivi veri che hanno spinto in dirittura di arrivo la Scavelli a lasciare?

Uno strumento come il PSC non può essere adottato ccontro i cittadini.Non può essere adottato senza il loro coinvolgimento.

Se è spaccata e dilaniata la giunta si pensi alla città nel suo complesso.

Una città che non riconosce nè questo strumento nè chi si è adoperato per l’adozione in giunta .

Le associazioni,i sindacati,i partiti,gli studenti,tutte le forze che amano la città e la democrazia,i singoli cittadini facciano sentire lo sdegno per un atto cosi deleterio ed irresponsabile.

Articoli Correlati

sciopero generale 16 novembre

Lamezia. Il documento ufficiale dello sciopero generale

Riceviamo e pubblichiamo il documento ufficiale e unitario di rivendicazione dello sciopero generale indetto a Lamezia Terme per domani

Read More...
Costantino Fittante

Sciopero a Lamezia, Fittante polemizza con l’antiracket

Spiace dover polemizzare con il Bi-presidente di Ala e di Trame Armando Caputo (altro…)

Read More...
commissariato polizia lamezia terme

Lamezia. Minacce e molestie alla ex compagna, arrestato 35enne

Nel pomeriggio di oggi gli agenti del Commissariato di P.S. di Lamezia Terme hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della

Read More...

Mobile Sliding Menu