LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Italia Nostra, Zangarona: Settimana Santa tra scarichi a cielo aperto e fogna

2 min read

Il vice presidente di Italia Nostra Calabria, Giuseppe Gigliotti si schiera accanto al parroco di Zangarona, Don Carlo Ragozzino.

Giuseppe Gigliotti - settimana santa
Giuseppe Gigliotti

Dopo la processione di S. Giuseppe del 18 marzo, anche oggi 25 marzo, “Domenica delle Palme” la comunità parrocchiale di Zangarona è stata costretta ad aprire i sacri riti della Settimana Santa tra gli scarichi a cielo aperto e i cattivi odori della fogna”.

“La S. Messa, infatti, iniziata con la benedizione delle palme e dei rami di ulivo, come da tradizione presso un “Edicola devozionale” sita all’ingresso del paese, é proseguita in processione verso la chiesa parrocchiale. I fedeli costretti a riunirsi, pregare e camminare tra i liquami e i cattivi odori.

E’ un fatto di una gravità inaudita.

La terna commissariale, che tra l’altro pare non trovare una giusta intesa, tant’è che un’altra componente si è appena dimessa, non lascia presagire un futuro roseo per la nostra città.

Lamezia Terme è in pratica una beirut martoriata, buche dappertutto, ed anche di una certa entità, alcune riempite di sabbia per cui è come avere fatto proprio nulla.

Segnali di lavoro in corso che perdurano all’infinito.

Tratti di strade importanti prive di illuminazione da oltre un anno e messo.

Così proprio non va. I cittadini si aspettano ben altro. Lasciare le cose in questo stato rappresentano non solo un decoro inaccettabile ma anche un problema di sicurezza molto serio.

Crediamo sia giunto il momento che sia il Prefetto che il Ministero degli Interni rivadano un pò le cose.

Sia data pronta risposta a quanto sollecitato da Don Ragozzino e a tutti i cittadini lametini che richiedono una città con strade sicure, illuminate, pulita.

Si controllino anche i padroni dei cani che rendono impercorribile anche corso Numistrano e corso Nicotera non provvedendo a pulire quanto di sgradito i loro cani provvedono a lasciare.

Chiediamo una profonda inversione di rotta. Ci si confronti con associazioni,comitati,cittadini anche per avere utili suggerimenti per un buon governo della città.

Il vice presidente regionale di Italia Nostra Calabria

Giuseppe Gigliotti